giovedì 9 luglio 2020

VIDEOCLIP in esclusiva mondiale di "Sale e Assale della cantante NAIRA


Dopo una lunga attesa causa Covid 19, ecco l'ultimo lavoro dell'ammaliante e brava attrice cantante "NAIRA" che ritorna al pubblico con un reggaeton tutto in italiano scritto a quattro mani con la cantante Giò Di Sarno, Ci auguriamo al più presto di tornare ai concerti live, così i fan potranno ancor più apprezzare il brano "Sale e Assale" e tutto il repertorio pop 80/90 che la travolgente Naira propone nei suoi spettacoli.

 
Ufficio stampa Giò Di Giorgio
mail:ufficiostampagiodi@gmail.com

mercoledì 8 luglio 2020

Gio’ Di Sarno riparte da Salerno

     Secondo fine settimana per la rassegna teatrale “Aspettando i Barbuti”.

Grande soddisfazione per il regista Antonello De Rosa e il direttore di Scena Teatro Pasquale Petrosino per la sfida teatrale post-covid-19, che si è aperta con Lalla Esposito riscuotendo un enorme successo di pubblico e di critica.

Prosegue sabato 11 luglio con “Napoli…e non solo” di e con Gio’ Di Sarno.
Uno spettacolo in cui la cantautrice vesuviana raccoglie gran parte dei suoi spettacoli. Una sorta di consegna tra passato e futuro, attraversato da un presente desideroso di rinascita. Frammenti di “Cantanapoli il muisical”, brani estrapolati dal CD Spagnapoli (classici napoletani in spagnolo), monologhi tratti da “Ognuno mette quello che ha”.

Un omaggio a Gabriella Ferri e, alcuni brani dell’ultimo lavoro discografico “La libertà d’amare” in cui la Di Sarno si è misurata come cantautrice con il sostegno del maestro Enrico Di Napoli suo compositore da oltre trent’anni. La Di Sarno si dice emozionata sia per il fatto che è il primo evento post-covid, sia perché la città di Salerno è a pochi chilometri dalla sua terra natia e da cui manca da molti anni, tranne tornare per gli affetti più cari. Il gran finale della rassegna è interamente firmato Scena Teatro. La rassegna prosegue con Pino Strabioli domenica 12, che racconta "Caro Camilleri...", giovedì 16 Rino Di Martino in "Omaggio a Ruccello" e venerdì 17 Antonello De Rosa in “Jennifer”, tutti e tre con la regia di De Rosa.

 Il teatro sotto le stelle di Salerno inizia alle ore 21 nel cuore della città vecchia, Largo Santa Maria dei Barbuti.

  Per info e prenotazioni www.postoriservato.it www.giodisarno.com 

                           Giò Di Giorgio

EXPOSE’ 7 GIORNI IN ARTE PRESSO LA GALLERIA ESS&RRE Arte


E’ PARTITA LA RASSEGNA ARTISTICA Dell’Arte Contemporanea da Sabato 04 luglio Evento Exposé 7 giorni in Arte Presso la prestigiosa Galleria Ess&rre al Porto Turistico di Roma Lungomare Duca Degli Abruzzi 84 

Ideato e organizzato da Valentina Roma artista e Ufficio Stampa del Magazine di Arte Impossible-news Grafica e fotografo ufficiale dell’ evento Riccardo Giorgi In collaborazione con l’ Artista Effettista Angiolina Marchese socio di merito dell’Accademia internazionale d’Arte Moderna Molti gli ospiti presenti – Musica – Spettacolo – Premiazioni Con la partecipazione speciale della Presentatrice Gioia Lestingi

 Presente tra i numerosi ospiti la poetessa e attrice Sabrina Tutone Ospite d’ onore la giornalista Antonietta Di Vizia • Per le interviste la Dott. Rita Tola • Diretta Facebook con il Direttore Giò Di Giorgio del magazine di “Inciucio”Massimo Roghini alla chitarra con le splendide canzoni si Rino Gaetano e De Andre’ • Matteo Pelliccione presenta “Quadro Canzone • “Racconta i suoi quadri attraverso le canzoni suonate dal Vivo “ • Magazine di Arte Impossible-news • – Diretta Facebook e Instagram • YouTube di Impossible-news In Esposizione 35 Artisti internazionali provenienti da tutta Italia

Giorgio Alluzzi Luca Alluzzi Amadè Franco Calogero Vincenzo Cesetti Lubka Cibulovà Letizia Cucciarelli Fernando D’Ospina Lina De Demo Ornella De Rosa Ciro Fabbozzi Roberto Gallaccio Giovanni Gurrieri Rita Ioannacci Federica Marin Mariassunta Martellone Raffaella Martino Mini-personale Chiara Meneguzzi Romina Monteleone Tony Morelli Francesca Morlacchi Antonella Murzilli Matteo Pelliccione Giuditta Petrini Alessia Ranaldi Cristoforo Russo Adriano Segarelli Isabela Seralio Stefania Simanschi Elettra Spalla BiancaStella Francesca Tarantino Francesco Zero Angiolina Marchese Valentina Roma Exposé 7 giorni in Arte ospita la Bravissima Artista Raffaella Martino con una Mini Personale

  Ufficio Stampa testo Valentina Roma Grafica e foto Riccardo Giorgi

















lunedì 6 luglio 2020

Giovedì 9 luglio, finalmente il lancio del nuovo videoclip “Sale e Assale” di Samantha Innocenti (Naira)!

L’uscita del reggaeton italiano era prevista già da qualche mese, rinviata più volte a causa del blocco totale dovuto al Coronavirus. 

Il brano è nato in una mattina di inverno dello scorso anno. La dottoressa Innocenti mentre si recava a lavoro in clinica, per anestetizzare il freddo le venne da fischiettare un motivo, le sembrò subito qualcosa di vincente. Nel pomeriggio si recò a casa della cantautrice Giò Di Sarno (accompagnata dal suo instancabile ufficio stampa ed editore di Inciucio.it Giò Di Giorgio) e tra uno spaghetto e una chiacchiera nacque il testo di Sale e Assale.

 Il brano è stato registrato allo Zoo Synphony studio di Roma e arrangiato da Vincenzo Grieco. Mentre il videoclip di Sale e Assale porta la firma di Mattia Di Tella. La storia che si racconta nel video è quella più vecchia del mondo ma sempre di grande attualità.

Una di ragazza perdutamente innamorata di un ragazzo, cerca di conquistarlo con i suo fascino. E Naira di fascino ne ha davvero tanto. Interprete e attrice del suo capolavoro esprime sensualità e bravura. La storia narrata diventerà un cortometraggio che si girerà a Settembre con il regista Angelo Antonucci la cui colonna sonora sarà appunto Sale e Assale.

Hanno preso parte alle riprese, oltre alla bella Samantha, la quale è anche produttrice esecutiva di tutta l’operazione: l’attore e ballerino Mirko Tedeschi, le ballerine Letizia Giordano, Ilenia Dorelli ed Elisa Luzzi. 

Le riprese sono state effettuate a Villa Fiore Ricevimenti di Sant’Angelo Romano a Roma. Si ringraziano: il fotografo del backstage Claudio Martone; la Scuola Dance studio Academy"(Fontenuova); Artemis &beauty ; Hair design by Lino Sorrentino; Make up artist by Marina Avella; Roncaccia Pellicce Roma; Bar L'altro locale, Fontenuova (Roma); per la macchina Ferrari: Roberto Belleggia e Mondo traslochi terminal container di Bruno Riccio. 

  Ufficio stampa Giò Di Giorgio
 ufficiostampagiodi@gmail.com

https://www.youtube.com/channel/UClB9M3yrh3MhlJST_jRKA6A https://www.instagram.com/innocent.samy/?igshid=1bo2zfnima9s3 https://www.facebook.com/samantha.innocenti.9
 https://www.facebook.com/Radio8090Mania/

mercoledì 1 luglio 2020

In Spagna una goccia cinematografica più “maledetta” che mai!



“La goccia maledetta”, il corto-horror di Emanuele Pecoraro, è in questi giorni nel concorso ufficiale del NIAFFS – Noidentity Film Festival Spain -  la prestigiosa manifestazione organizzata a Siviglia da Joaquìn Ortega.




Si tratta della prima uscita pubblica del più recente lavoro dell’artista molisano Emanuele Pecoraro, già rivelatosi con il pluripremiato noir “Solitudini pericolose”, cui hanno fatto seguito gli apprezzati documentari “La città d’acqua” e “28… ma non li dimostra”.

Il soggetto de “La goccia maledetta” è tratto da un racconto del bravo scrittore Roberto Ricci, sceneggiato per l’occasione da Lorenzo De Luca (autore tra l’altro di numerosi film campione d’incasso della coppia Boldi & De Sica, oltre che della serie tv “I delitti del cuoco” con Bud Spencer) e da Pierfrancesco Campanella (regista di thriller di culto come “Bugie rosse” e “Cattive inclinazioni”).

La goccia maledetta” è l’inquietante storia di un addio sentimentale che non viene accettato dalla parte “perdente”, con conseguenze micidiali, proprio come siamo abituati dai fatti di cronaca nera ormai all’ordine del giorno. Una trama quindi attualissima, valorizzata dalla suggestiva fotografia del giovanissimo e promettente Sacha Rossi e dalla validissima interpretazione dell’ex “Miss Italia” Nadia Bengala, qui più splendida che mai. Altri interpreti sono Lorenzo Lepori e Francesca Anastasi.

Ad amalgamare le immagini l’eccellente colonna sonora di Paolo Reale, il notissimo consulente informatico, grande appassionato di musica per hobby, che per la prima volta si cimenta con le “sette note” in ambito professionale.
Valore aggiunto del mini-film è “Materia Cosmica”, l’opera pittorica di Mario D’Imperio, presente nei titoli di testa e di coda, a sottolineare il clima di perversa inquietudine che caratterizza la trama.

Produzione e distribuzione a cura della Mediterranea Productions di Angelo Bassi, mentre il responsabile della organizzazione generale e della produzione esecutiva è Pierfrancesco Campanella.



LA GOCCIA MALEDETTA (la scheda)
Regia: Emanuele Pecoraro – Produzione e distribuzione: Angelo Bassi per Mediterranea Productions – Soggetto: Roberto Ricci – Sceneggiatura: Pierfrancesco Campanella & Lorenzo De Luca – Fotografia: Sacha Rossi – Tecnico del suono e Montaggio: Marco Pagliarin – Make-up: Giovanna Carchia – Musiche originali: Paolo Reale – Mixage: Gianfranco Tortora – Color correction: Sebastiano Greco –  Assistente operatore: Marco Gabotti – Aiuto regia: Fabrizia Bassi – Ispettore di produzione: Matteo Campanella – Riprese backstage: Alessandro Maggiolo - Interpreti: Nadia Bengala, Lorenzo Lepori, Francesca Anastasi
Produzione esecutiva e organizzazione generale: Pierfrancesco Campanella

Giò Di Giorgio

venerdì 26 giugno 2020

Un “flop” di culto finalmente “on demand” sulla piattaforma CG DIGITAL “Strepitosamente… flop” , la pellicola di Pierfrancesco Campanella ambientata negli anni ottanta, dopo l’ottimo riscontro di vendite nella versione dvd, è ora possibile acquistarla o noleggiarla in rete (www.cgentertainment.it).



Stiamo parlando dell’opera prima del regista russo-pugliese Pierfrancesco Campanella, noto al pubblico soprattutto per i discussi thriller “Bugie rosse” e “Cattive inclinazioni”. All’epoca della sua distribuzione nelle sale cinematografiche questa pellicola non fu capita in pieno, affrontando tematiche forse un po’ avanti per l’epoca e soprattutto trattate con un tipo di sottile ironia fuori dagli schemi. 

A distanza di anni,  Strepitosamente… flop” è stato invece piacevolmente riscoperto, tanto da essere considerato un vero e proprio cult-movie. Molti sono gli elementi di curiosità intorno a questo film: dalla partecipazione della mitica rockstar Donatella Rettore in una performance particolarmente brillante, al debutto sul grande schermo della deliziosa Yvonne Sciò, in seguito valorizzata da Carlo Verdone. 

Dalla bravura del bellissimo principe-attore Urbano Barberini alla presenza di Aicheè Nana, la ballerina turca passata alla storia per il celeberrimo strip-tease ai tempi scandalosi della Dolce Vita. Senza dimenticare gli altri validi interpreti, tra i quali  Giovanna Rotellini, Adriana Russo, Rossana Gavinel, Claudia Cavalcanti, Emy Valentino, Gabriele Gori, Claudio Maria Pascoli, Anita Bartolucci, Lamberto Consani, Enzo Saturni e, in un piccolo cameo, l’indimenticato Pasquale Africano, alias la “guardia giurata” del programma tv “Forum”. 

Su tutti brilla però la “stella” Dalila Di Lazzaro, qui in una delle sue migliori interpretazioni. La bellissima attrice friulana, grazie anche alla sapiente fotografia del maestro Roberto Girometti, disegna con straordinaria sensibilità il personaggio di una diva dall’immagine smagliante, ma intimamente fragile e insicura, ovvero “l’altra faccia del successo”.



STREPITOSAMENTE… FLOP è  nel prestigioso catalogo  di CG Entertainment.Lo spettatore al centro” è stato il motore che negli ultimi anni ha fatto crescere l’e-commerce della nota casa di distribuzione home-video, rendendolo un punto di riferimento per tutti i “cinema addicted”, grazie ad un catalogo di oltre 4000 film in Dvd e Blu-Ray e grazie al servizio di crowdfunding “Start Up!”. Coinvolgendo gli spettatori in prima persona, con “Start Up!” sono stati pubblicati in prestigiose edizioni capolavori del cinema classico e di genere che sul mercato tradizionale non avevano trovato spazio. “Abbiamo deciso come editori di metterci a servizio degli spettatori, ed è proprio seguendo questa filosofia che abbiamo sentito la necessità di attivare il video on demand, per offrire un servizio in più al nostro pubblico e siamo pronti ad ascoltare i loro suggerimenti anche su questo fronte.”, ha spiegato Lorenzo Ferrari Ardicini, presidente di CG Entertainment.


STREPITOSAMENTE… FLOP (la scheda tecnica)
Un film prodotto, scritto e diretto da Pierfrancesco Campanella
Interpreti principali: Urbano Barberini, Gabriele Gori, Claudio Maria Pascoli,
Emy Valentino, Claudia Cavalcanti, Yvonne Sciò, Rossana Gavinel, Aichè Nanà
con Adriana Russo e la partecipazione di Rettore
con la partecipazione straordinaria di Dalila Di Lazzaro
soggetto e sceneggiatura Pierfrancesco Campanella, scene e costumi Massimo Corevi fotografia Roberto Girometti, montaggio Luigi Gorini, musiche Gianni Marchetti, direttore di produzione Lucia Nolano, foto di scena Giorgio Stachowski
una produzione Sagittario Film srl, regia Pierfrancesco Campanella

Giò Di Giorgio


lunedì 22 giugno 2020

"NON SOLO SELFIE", IL PRIMO LIBRO DI ELENIA SCARSELLA, UN MANUALE UTILE E DIVERTENTE PER SCATTARE FOTO E SELFIE BELLISSIMI E PERFETTI DA POSTARE SUI SOCIAL. DISPONIBILE IN FORMATO DIGITALE E CARTACEO NELLE MIGLIORI LIBRERIE ONLINE

 Ti piace fare foto e ancor di più farti fotografare? Ti ritieni una persona fotogenica? Oppure nonostante il tuo amore per gli scatti fotografici non ti vedi mai bene in foto?
Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande ecco il manuale che fa per te: NON SOLO SELFIE!

In questo utile e allo stesso tempo, divertente libro, l’autrice Elenia Scarsella ci racconta un po’ della sua vita e della sua altalenante esperienza con le foto.

Dai primi goffi tentativi di assumere la giusta postura davanti ad un fotografo, ad una maggiore consapevolezza di sé stessa e del proprio corpo che l’ha portata ad apparire “quasi” perfetta in ogni foto.
Elenia, personaggio di spicco della movida romana, è un ingegnere ambientale ma anche la vulcanica creatrice di Blog and the City, blog di successo che racconta ogni giorno ai suoi lettori di eventi, moda, costume e tanto altro ancora.

Nel libro NON SOLO SELFIE ha deciso di condividere con noi le sue esperienze e di svelarci tanti trucchi ed escamotage interessanti e piccoli ma importanti segreti per apparire al meglio in ogni scatto.
La forza è l’arma vincente di NON SOLO SELFIE è oltre alla curiosità che suscita l’argomento trattato, anche la semplicità di scrittura che rimane leggera e sempre frizzante.
Un manuale che non si prende troppo sul serio e che si legge davvero tutto d’un fiato.


Il libro è stato presentato a fine maggio presso la redazione di RomaOggi con un’intervista di Antonietta Di Vizia per Inciucio.it ed è disponibile in formato cartaceo su Amazon e come eBook nelle migliori librerie e piattaforme on line da IBS, Feltrinelli a Mondadori, AppleBooks e molte altre.

La prefazione è a cura della giornalista Antonietta Di Vizia che così introduce il libro: “NON SOLO SELFIE è un utile e divertente manuale per apparire più carine non solo nelle foto ma anche nelle tante situazioni quotidiane, dagli aperitivi agli incontri di lavoro, dove il genere femminile cerca sempre di mostrarsi al meglio…Fai una giravolta anche tu, segui i suoi consigli e la tua immagine in foto migliorerà̀ per magia. La bacchetta magica si chiama in questo caso #Nonsoloselfie.”

Giò Di Giorgio



martedì 16 giugno 2020

“DANIELE RACCONTA I 4 GIGANTI DEL JAZZ” ALLA FESTA DELLA MUSICA ROMA

-  



Domenica 21 giugno alle 21.00 all’Alexanderplatz Jazz Club di Roma (via Ostia, 9) 
lo show di DANIELE MONTEROSI

Domenica 21 giugno alle ore 21.00, presso lo storico Alexanderplatz Jazz Club di Roma, nella giornata della Festa della Musica, l’attore Daniele Monterosi (con la collaborazione artistica alla co-scrittura dei testi e alla co-regia di Piji Siciliani e il contrappunto costante di uno dei più importanti trombettisti jazz italiani Angelo Olivieri) racconterà la storia del jazz ripercorrendo la vita di alcuni dei suoi più grandi protagonisti: Louis Armstrong, Dizzy Gillespie, Chet Baker e Miles Davis.
Artista eclettico, che si muove con efficacia e naturalezza tra cinema e fiction, Daniele Monterosi, durante le difficili settimane del lockdown, ha ideato il nuovo format “Daniele racconta” per portare lo spettacolo sul web e che, grazie al successo riscosso, adesso diventa “live”.
Nato con l’obiettivo di alleggerire e riempire le giornate casalinghe del pubblico costretto ad un difficilissimo isolamento, il format, andato in onda in 35 puntate, ha accompagnato il pubblico durante tutto il periodo di quarantena, facendogli conoscere alcuni dei più grandi personaggi della nostra storia.  Infatti, attraverso una narrazione brillante e fuori dagli schemi, con il solo filtro di una webcam, Monterosi ha raccontato le storie di Muhammad Alì, Albert Einstein, Coco Chanel, Nelson Mandela, Steve Jobs, Leonardo da Vinci, Frida Kahlo, Valentino Rossi, Bob Marley e tantissimi altri.
L’obiettivo è sempre stato quello di trarre ispirazione da queste grandi vicende per affrontare al meglio un periodo complicato. Trovare un’opportunità, un nuovo modo di vedere le cose in un momento così tragico.




















venerdì 22 maggio 2020

AUDIZIONI ACCADEMIA UCRAINA DI BALLETTO ANNO ACCADEMICO 2020/2021 SABATO 6 GIUGNO DALLE ORE 9.00

Dopo il successo del video DANZA E SPETTACOLO: UN COSTUME DI SCENA PER ESSERE VISIBILI , Accademia Ucraina di Balletto apre le porte per le audizioni per il prossimo anno Accademico, 2020/2021.
 Molte realtà stanno organizzando le audizioni online, ma la Direttrice Caterina Calvino Prina crede fortemente sia fondamentale poter vedere i ragazzi in una sala di danza. La scelta di cominciare a frequentare una realtà professionale comporta un cambiamento di vita radicale sia per l'allievo che per la sua famiglia, per cui tutto si deve svolgere con la massima serietà, dando la possibilità ai docenti di fare una scelta attenta e valutando i candidati non attraverso foto o video, ma dal vivo.

 E’ importante sottolineare che, nell'ottica dell'osservanza dei protocolli anti COVID-19, le audizioni si svolgeranno con una modalità diversa rispetto al solito. Saranno esaminati dei minigruppi e sarà previsto un numero di esercizi più limitato, ma mirato per poter valutare esattamente l'idoneità. Questo permetterà di evitare assembramenti all'interno della struttura. L’Accademia metterà in atto tutti i protocolli di sicurezza e qualche giorno prima, verranno inviate le modalità dettagliate delle regole da seguire. Sempre rispettando il distanziamento di sicurezza, i candidati avranno poi la possibilità di parlare anche con i responsabili della scuola e del convitto. L'audizione si terrà quindi sabato 6 giugno dalle ore 9 alle ore 18.30 E’ ancora possibile partecipare all’audizione facendone richiesta all’indirizzo segreteria@accademiaucraina.it o chiamando la segreteria dell’Accademia (02.58316396).

 La scuola professionale dell’Accademia Ucraina di Balletto ha aperto la sua sede stabile presso il Teatro delle Erbe di Milano il 23 settembre 2005. Forte di tradizione e prestigio risponde alle esigenze di una formazione professionale di alto livello. Dall’anno scolastico 2006/07 parte la collaborazione con un'Istituzione di prestigio come l'ISTITUTO delle MARCELLINE, con l’obiettivo di offrire ai propri studenti un ambiente completo per la loro crescita professionale, umana e culturale.

 “L’UNICA ACCADEMIA PROFESSIONALE IN ITALIA CHE OFFRE ALL’INTERNO DI UN’UNICA SEDE LEZIONI DI DANZA, LEZIONI SCOLASTICHE E CONVITTO/RESIDENZA (maschile e femminile)“ Le lezioni di si tengono nelle sale dell’Istituto di via Quadronno e chi vuole può frequentare la scuola secondaria di primo grado e il liceo linguistico pomeridiano sia come alunno esterno sia come alunno interno. E’ indubbio il vantaggio di avere nello stesso edificio la possibilità di frequentare la scuola, le lezioni di danza, nonché di poter usufruire di un internato senza doversi sottoporre a stressanti trasferimenti, soprattutto per chi abita lontano da Milano. Il progetto si distingue per: - Alta formazione coreutica grazie al valore della Metodica Vaganova e ai docenti provenienti dai più famosi teatri dei paesi dell’Est ed europei. - Preparazione scolastica di altissimo livello garantito dall’esperienza in campo didattico dell’Istituto delle Marcelline - Convitto maschile e femminile interno con possibilità di usufruirne durante alcuni weekend prestabiliti - Collaborazione con il Teatro Arcimboldi per gli spettacoli messi in scena dall’Accademia e per lo svolgimento delle lezioni in alcuni periodi e giorni specifici Caterina Calvino Prina Direzione AUB

  Ulteriori Informazioni e iscrizioni all’indirizzo segreteria@accademiaucraina.it #accademiaucrainadiballetto#aubdoesntstop Accademia Ucraina di Balletto www.accademiaucraina.it Via Quadronno, 15 Milano c/o I.C.L. Marcelline 

             Giò Di Giorgio

mercoledì 20 maggio 2020

Giovedì 21 maggio a partire dalle ore 10 si terrà una manifestazione in Piazza Plebiscito, Napoli


Manifestazione promossa da Cesare Foà , Presidente ADV e AIDIT 
atta a dare voce alle istanze dell’altro “TURISMO”,  ADV, ABBAC,COMMERCIALI TURISMO ITALIA, GUIDE TURISTICHE, 

in materia di rilancio di attività di settore  assolutamente trascurate dalle Istituzioni centrali e territoriali in sede di delineamento e di adozione di provvedimenti finalizzati a fronteggiare la grave crisi economica che ha investito l’intero Paese post emergenza sanitaria Covid 19.

“Il silenzio imbarazzante delle Istituzioni alle richieste delle principali associazioni di categoria del segmento TURISMO” riferisce Foà “sta provocando la chiusura di molte aziende che operano in questo importante comparto d’impresa. Si parla di avere favorito i lavoratori stagionali ma non si comprende  che nelle nostre realtà ci sono tantissime persone che hanno un’età superiore ai 40 anni. In particolare: i voucher per le famiglie e pernoi agenzie risulta essere uno strumento regolato in modo errato, anticipiamo l’80% del voucher che poi recuperiamo attraverso il credito d’imposta, correndo quindi il rischio di anticipare una somma che supera di gran lunga la commissione su quella pratica. Per quel che riguarda la gestione dei voucher come Dpcm del 2 marzo 2020 n.9, chiediamo che l’utilizzo del voucher venga esteso fino a dicembre 2020 e venga considerato come unica modalità di rimborso per pratiche Tour Operator o singoli servizi e validità degli stessi voucher almeno 12 mesi ponendoci al contempo la domanda se gli stessi siano permessi in Europa. Inoltre, “prosegue Foà”,  chiediamo: una certezza sulla effettiva responsabilitàcivile e penale del datore di lavoroin caso di contagio da COVID19 circa il contrasto ed il contenimento della diffusionedel virus negli ambienti di lavoro; agevolazioni fiscali  per il personale quali  estensione della cassa integrazione in deroga a tutte le imprese della filiera turistica fino a dicembre 2020, con garanzie di erogazione, sospensione dei mutui e finanziamenti per almeno 1 anno, un intervento dello Stato  sui proprietari dei locali con l’introduzione di uno sconto fiscale in cambio della riduzione del canone per almeno 12 mesi ed anche una riduzione degli importi di pagamento delle varie utenze (luce, telefono eccetera)
Ed ancora, chiediamo una decontribuzione sia della quota azienda che di quella lavoratori per gli emolumenti contributivi fino a dicembre 2020, la defiscalizzazione di viaggi organizzati, la concessione del credito d’imposta 100% per l’acquisto del materiale necessario per il distanziamento nell’attività lavorativa, la garanzia di liquidità, il controllo sull’abusivismo, una regolamentazione sui portali turistici con sede estera, un accordo governativo con i Gestori delle carte di credito.
Infine proponiamo l’insediamento in sede regionale di una Task Force in materia turistica che includa rappresentanti delle Agenzie di Viaggio”.

PRESS OFFICE:
Maridì Communication : MaridìVicedomini
Mob: 338/2259860 – 333 /9921506
Mail
maridyvicedomini@gmail.com
www.maridicommunication.it



Giò Di Giorgio

domenica 17 maggio 2020

Le Stelle ci proteggono… se vengono interpretate bene! Il nuovo entusiasmante libro di Massimo Bomba sull’astrologia è già in vendita e apre interessanti scenari sulla più antica scienza del mondo.

È uscito in piena pandemia il libro dell’eclettico artista, stilista e astrologo Massimo Bomba:

…E la Papessa chiese alla Luna. Riflessioni su miti e simboli, per l’editore SarpiArte. Già in vendita, il volume si è fregiato della prefazione di Giuliano Urbani, ex Ministro dei Beni e delle Attività culturali, che ne sottolinea il valore conoscitivo e l’estrema eleganza della fattura, marchio inconfondibile di tutte le opere di Bomba.L’uomo ha cercato di interpretare il mondo da sempre, imparando a conoscere il misterioso linguaggio dei segni.

 Su questa scia si articola questo volumetto di un Massimo Bomba che si ritrova ad essere scrittore creativo in grado di sintetizzare i suoi molteplici interessi culturali e la capacità di connettere l’astrologia con la storia, l’aneddotica e qualche spunto di medicina olistica in un’operetta godibile e dal linguaggio piano e penetrante. Tutti i più grandi personaggi della storia occidentale, compreso lo stesso Galilei, il padre della scienza moderna, erano appassionati di oroscopi. Sapevano leggere le influenze degli astri. Bomba rivela un aspetto inedito dell’astrologia e molto lontano da quell’aura quasi magica e spesso millantatrice sotto cui viene generalmente presentata. Tutt’altro che un passatempo, l’astrologia rivista in questo volume appare come una scienza del mondo antico che aveva basi ben solide e che rifletteva, letta in un’ottica prudente, numerose caratteristiche essenziali a coloro che erano assetati di conoscenza o avevano mansioni politiche o sociali importanti. Aver frequentato l’Accademia romana di costume e moda, con una tesi di laurea sul Settecento, la successiva collaborazione con alcune importanti case d'alta moda degli anni ottanta unitamente alla passione per le stelle e alla dimensione della pittura hanno ispirato in questo artista originalissimo una visione molto concreta dell’astrologia. Amante di un’eleganza estrosa, caratterizzata da suggestioni klimtiane, stilemi di ascendenza bizantina e memorie di art nouveau, Bomba ha un senso estremo della concretezza, avendo avuto a che fare fin dagli esordi della sua carriera con il complesso mondo della moda, imparando a stare sul pezzo senza scadere mai nella banalità.

 L’arte, nella sua interpretazione, è proprio questo connubio di sogno e realtà, immaginazione e capacità di stare con i piedi per terra. Allo stesso modo, conoscere il mondo dei simboli, dei segni, dell’interpretazione delle stelle è uno strumento, a suo dire, essenziale per una libertà intellettuale che è oggi più necessaria che mai. Essere schiavi di uno scientismo assoluto o negarlo sono entrambe posizioni pericolose che negano l’autonomia dell’individuo. Un sano equilibrio si trova solo nella conoscenza, nella prudenza e nell’arguzia che ne deriva.L’originalità, infatti, è dalla sua prospettiva l’imprescindibile ingrediente per resistere in un mondo sempre più competitivo e ingeneroso, come quello che si prospetta ormai da anni e che l’attuale drammatica situazione sociale dovuta alla situazione sanitaria, politica ed economica ha accentuato. Le fake news, i falsi miti, le notizie contraddittorie rendono sempre più evidente come l’uomo debba riappropriarsi di una sua autonomia di pensiero, essere padrone di una conoscenza più profonda che possa dargli chiavi di lettura non banali di fronte ad una realtà caotica. L’opera di Bomba segue questa filosofia della libertà. D’altra parte tutta la sua opera grafica rispecchia questo fondamentale principio, presente in tutte le mostre che ha realizzato in giro per l’Italia. Da ricordare in particolare quella all'Accademia di costume e moda di Roma, un'altra nel settecentesco palazzo Asmundo a Palermo e, sempre a Palermo, quella in una importante galleria d'arte a palazzo Cattolica, nel cuore del centro storico. La sua propensione per la diffusione di una conoscenza spesso bistrattata lo ha portato a dedicarsi alla divulgazione, tenendo numerose conferenze, con lo scopo di comunicare un’immagine dell’astrologia più vicina allo studio scientifico che al comune sensazionalismo e collaborando con riviste nazionali ad alta tiratura. Arte e mistero, insomma, sono due strutture fondanti di un mondo davvero civile, che non rifiuta la complessità, ma con uno spirito asciutto, intelligente, razionale lo interpreta: questo è lo stile che Bomba porta avanti da anni.

L’Arte non può essere tale se disgiunta dalla Conoscenza, quella profonda, con la C maiuscola, che non riguarda un sapere facile o, per meglio dire, semplicistico, ma ha il coraggio di affrontare temi che da qualche secolo sono diventati tabù. Il suo coraggio intellettuale si riflette sulla sua opera pittorica, nei suoi bozzetti, in cui storia e mito si intrecciano senza pudore, con un equilibrio mirabile e razionale, tanto da attirare l’apprezzamento di molti e da essere ospitati in luoghi prestigiosi, come il Palazzo Tittoni a Roma e l’antica Biblioteca Angelica. La razionalità non è distante dalla contemplazione del mistero della vita in cui siamo gettati come dadi: questo è il messaggio di Bomba, messaggio che forte e chiaro arriva in questa sua ultima opera, questo libro dalla copertina elegante e dal titolo accattivante che si muove tra l’esigenza perenne di offrire chiavi di lettura per conoscere se stessi e rivede la storia attraverso i suoi personaggi più noti con un colore inedito, intrigante, imperdibile.

                     Lucilla Quaglia

venerdì 15 maggio 2020

Leonardo Francesco Caltagirone vicino agli affittuari al tempo del coronavirus

Il presidente della LEFCA SPA sospende gli affitti di aprile e maggio ai suoi inquilini italiani

L’imprenditore Leonardo Francesco Caltagirone, presidente della LEFCA SpA, sospende le mensilità di aprile e maggio per far fronte alle attuali difficoltà economiche che hanno colpito anche i suoi affittuari italiani, in seguito al fermo lavorativo causato dal Covid-19. Nel complicatissimo momento che stiamo vivendo come le è venuta l’idea di voler sospendere gli affitti, come mai questa decisione? “Stiamo vivendo un periodo drammatico in cui sembra quasi che il tempo si sia fermato. Dobbiamo ricominciare la nostra vita dopo due mesi di stop forzato in uno scenario desolante in cui ricostruire a volte da zero quello che si era faticosamente fatto negli anni precedenti. In un contesto del genere ho pensato che ognuno debba fare la sua parte per permettere agli altri di ripartire. Nel mio piccolo ho pensato che togliere il pensiero dell’affitto alle persone che risiedono nei miei immobili potesse essere d’aiuto. Ho realizzato un piccolo video personalmente per far sentire la mia vicinanza alle famiglie che vivono nei miei appartamenti. Capisco che è solo un goccia nel mare ma spero che possa essere un gesto apprezzato. Al tempo del coronavirus occorre anche un po’ di sensibilità? “Io, come tutti, non potrò mai dimenticare le immagini drammatiche che ci arrivavano dagli ospedali e dalle zone più colpite. Vedere i medici e tutti gli operatori sanitari lavorare senza sosta affrontando orari inimmaginabili mi ha toccato profondamente. Questo virus ci ha insegnato che non possiamo più ragionare individualmente come facevamo prima perché i nostri comportamenti influenzano la salute degli altri. Siamo entrati in una nuova era in cui siamo obbligati ad aiutarci l’un l’altro altrimenti ogni sforzo individuale sarà inutile.

 Questa credo che sia la lezione più importante che ci porteremo dietro nei prossimi mesi” E quindi com’è nata l’idea di stare vicino ai suoi inquilini? “Ho deciso di affrontare la questione in modo diverso ed affine al mio campo lavorativo: garantire ai miei affittuari la tranquillità di non avere scadenze in questo momento, sollevandoli dai pagamenti di due mensilità, aprile e maggio. Ho pensato di comunicarlo tramite un video realizzato da me perché mi è sembrato un modo più diretto rispetto ad una lettera formale”. Del resto Leonardo Francesco Caltagirone non è nuovo ai temi del sociale, avendo fondato nel 2010 la Ginevra Caltagirone onlus (www.fondazionecaltagirone.com) ovvero la fondazione nata per offrire assistenza e beneficenza nel campo sanitario e socio assistenziale, in particolare per i programmi rivolti alla cura dei bambini. “Stiamo attraversando - aggiunge l’imprenditore nel sonoro del suo spot che sta riscuotendo molti consensi sui social - un momento storico in cui l’umanità, nonostante l’enorme progresso scientifico e tecnologico, si è trovata di fronte ad un nemico che non può sconfiggere con le armi di cui dispone. Siamo stati costretti a rivedere il nostro modo di vivere e le regole che ci eravamo dati. Nel mondo intero, e nella nostra Italia in particolare, l’abitazione è il rifugio sicuro in cui difendersi dal virus ed affrontare questa emergenza. Da cittadino italiano e da imprenditore non posso rimanere insensibile di fronte allo scenario che stiamo vivendo. Per tale ragione ritengo un atto doveroso sospendere gli affitti a tutti coloro che risiedono nei miei immobili”. Un lodevole gesto che ci si auspica saranno in molti a seguire.

         Lucilla Quaglia