martedì 22 giugno 2021

Sabato 26 giugno 2021 GHOSTS OF THE TWENTIES Pellini & Cuscito Quintet Red Pellini - sassofono Giorgio Cùscito - sassofono Alessio Magliari - pianoforte Guido Giacomini - contrabbasso Carlo Battisti - batteria Domenica 27 giugno 2021 DUO CAMILLETTI Yumi Camilletti - flauto Kiro Camilletti - pianoforte

 

Al via, l'ultimo fine settmana di giugno, la rassegna estiva FAI BEI SUONI del Museo del Saxofono, un festival ideato da Attilio Berni che giunge alla sua seconda edizione, finalmente riportando dal vivo, dopo lungi mesi di assenza, concerti dedicati a questo particolare strumento. Gli spettacoli, gestiti ed organizzati nel pieno rispetto di tutte le normative anti-covid, prevedono un ingresso con prenotazione obbligatoria. La prevendita è sul sito liveticket o chiamando i numeri 06 61697862 – 347 5374953. I concerti del sabato, nel giardino esterno, saranno dedicati al jazz, la domenica, nella sala interna, destinati alla classica. Alle ore 20.00, prima dell’inizio degli eventi, è prevista un’apericena d’intrattenimento.

Si parte sabato 26 giugno con "Ghost of the Twenties" del quintetto capitanato dai saxofonisti Red Pellini e Giorgio Cuscito, due dei massimi esponenti del Jazz tradizionale italiano, riconosciuti a livello internazionale, in un concerto del vero jazz degli anni ruggenti americani. Ad accompagnarli sul palco ci saranno Alessio Magliari al pianoforte, Guido Giacomini al  contrabbasso e Carlo Battisti alla batteria.

Domenica 27 giugno lo spazio con la collezione più grande del mondo di sax ospiterà invece il concerto del Duo Camilletti con un programma tutto nuovo, ricco di nomi importanti e di affascinanti suggestioni. La prima parte è dedicata alla musica barocca, con brani di due tra i più straordinari compositori dell’epoca: Bach e Telemann. Seguirà un intermezzo romantico ispirato ai nomi immortali di Schubert e Tchaikovsky. Infine un viaggio nella musica francese del primo Novecento (Debussy, Honegger e Mouquet), con un particolare riferimento al mito di Pan e alle musiche che a esso si sono ispirate. È un percorso che parte dall’idea di musica “assoluta”, cioè priva di riferimenti esterni e totalmente autoreferenziale, per giungere a un linguaggio diametralmente opposto, di tipo programmatico e narrativo. Un modo ancora diverso per comprendere come, al di là dei secoli, delle mode e delle contingenze storiche, la musica riesca sempre a celebrare se stessa con la bellezza di capolavori senza tempo; un insegnamento per tutti i giovani – a cui questo festival è dedicato – in cerca di valori e di ideali per cui valga davvero la pena spendersi con passione ed entusiasmo.

Un sodalizio artistico che risale al lontano 1989, quello tra Fabiano Red Pellini e Giorgio Cùscito, che li ha visti insieme in concerti, dischi, trasmissioni radiofoniche e festival nazionali e internazionali di jazz, spesso in duo, o nello storico “Blue Mainstream Trio” del compianto batterista Nick Mandarino, nei “Ghosts Of The Twenties” di Red o nei “Kansas City Seven” di Giorgio: sempre, da sempre, al massimo livello nella produzione di jazz tradizionale e swing di qualità, e per questo citati entrambi nella monumentale opera letteraria di Adriano Mazzoletti “Il jazz in Italia”.

La collaborazione si interrompe per circa vent’anni, durante i quali Red continua a sfornare dischi preziosi con le sue “Gang”, sviluppa uno stile possente e inimitabile al sax tenore e fa tournée di successo in Giappone e a Hong Kong, mentre Giorgio passa dal pianoforte al sassofono, promuove la “carrambata” fra il jazz e il ballo, ed esporta lo swing italiano sia all’estero che nel mondo del jazz istituzionale: intuizioni che gli valgono la targa di “ambasciatore dello swing a Roma” dalla comunità dei Lindyhoppers.

Oggi di nuovo insieme! Sotto il segno del jazz tradizionale e dello swing, e con un gruppo stellare: al contrabbasso il grande Guido Giacomini, amatissimo nel mondo del lindyhop per i suoi “Swing Dogs” e noto anche come versato chitarrista e originale cantante; alla batteria il veterano Carlo Battisti, che vanta collaborazioni con grandissimi musicisti della “swing era” come Harry Edison, Bud Freeman, Earle Warren; al pianoforte Alessio Magliari, giovane promessa del jazz italiano.



Il DUO CAMILLETTI è nato nel 2018 e ha subito ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali. A febbraio di quest’anno si è esibito in occasione del concerto inaugurale dell’Accademia Musicale Romana presso l’Aula Magna dell’Istituto “Colle La Salle” in Roma in qualità di formazione vincitrice della categoria “Musica da camera” del 9° Concorso Internazionale “Premio Accademia Giovani 2019”. I due giovani componenti sono stati recentemente premiati dal sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, con una targa “per l’impegno e i risultati ottenuti in ambito musicale”.

 

Yumi Camilletti è nata a Roma nel 2005. Vive a Fregene (RM) e frequenta il secondo anno di liceo classico. Dopo aver intrapreso giovanissima lo studio del pianoforte, è passata nel 2015 a quello del flauto traverso, dapprima sotto la guida del M° Jozefina Negri, e dal 2018 con il M° Giampio Mastrangelo. Nella stagione 2017/18 è stata selezionata per il corso annuale della JuniOrchestra Kids 2 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Nonostante la giovane età si è già distinta in numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra cui ricordiamo: 6° Concorso Nazionale “San Vigilio in…canto” (1° premio assoluto), 1° Concorso Musicale Nazionale “Fiumicino Classica” (1° premio), 6° Concorso Internazionale “Note sul Mare” (1° premio), Concorso Nazionale Musicale “Giovani Musici” edizione 2017 e 2019 (1° premio in entrambi), 12° Concorso Musicale Internazionale “Città di Tarquinia” (1° premio assoluto), 6° Concorso Nazionale “Note nel Borgo dell’Angelo” (1° premio assoluto).

 

Kiro Camilletti è nato a Roma nel 2008. Vive a Fregene (RM) dove frequenta la classe seconda media. Studia pianoforte sotto la guida dei suoi genitori da quando aveva 5 anni. Tra i principali concorsi nei quali si è distinto ricordiamo: 2° Concorso Pianistico Internazionale “Insieme al Pianoforte” (1° premio); 7° e 9° Concorso Internazionale “Premio Accademia Giovani” (1° premio in entrambi), 6° Concorso Internazionale “Note sul Mare” (1° premio assoluto); 5° Concorso Internazionale “Premio Clivis” (1° premio assoluto), 6° Concorso Nazionale “Note nel Borgo dell’Angelo” (1° premio assoluto), 9° Concorso Nazionale “San Vigilio in…canto” (1° premio), Concorso Nazionale “Giovani Musici” edizione 2019 (1° premio). Ha debuttato in un pubblico concerto nel 2018, a 9 anni, presso l’auditorium del Liceo Musicale Giordano Bruno di Roma, quale finalista del concorso “Note sul Mare” (edizione 2017).

 

Il Museo del Saxofono gode del Patrocinio di Comune di Fiumicino ed Ambasciata del Belgio. Sponsor tecnici sono Selmer Paris (Francia), Borgani (Italia), Eppelsheim (Germania), BCC Roma, International Woodwind (USA), J'Elle Stainer (Brasile), Lyrical Music Publications (USA), 4DRG e Highlights. Suoi partner sono Maccarese Spa, Farmacie Comunali Fiumicino, Anipo (Francia), ProLoco Fregene-Maccarese e Complesso L’Oasi.


Museo del Saxofono

via dei Molini snc (angolo via Reggiani)

00054 - Maccarese, Fiumicino (RM)

 

MODALITA’ E TEMPI DI ACCESSO AI CONCERTI
ore 20:00 apericena – ore 21:30 concerto

 

SABATO SERA
Ingresso consentito fino ad un massimo di 70 partecipanti
Biglietto concerto: € 15,00 – Apericena: € 10,00

 

DOMENICA SERA
Ingresso consentito fino ad un massimo di 50 partecipanti
Biglietto concerto: € 7,00 – Apericena: € 10,00


Image



Sito web ufficiale:

https://www.museodelsaxofono.com/

 

Infoline costi e prenotazioni:

+39 06 61697862 - +39 347 5374953 - info@museodelsaxofono.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Giò Di Giorgio


lunedì 21 giugno 2021

Venerdì 2 - Sabato 3 - Domenica 4 luglio 2021 MOTOTEMATICA Motorcycle Film Festival La terza edizione del festival cinematografico dedicato al mondo della motocicletta sarà ospitato da Eternal City Motorcycle Custom Show nel Movie Theatre di Cinecittà World

 

Cinecittà World - Teatro 4

via di Castel Romano, S.S. 148 Pontina, uscita 26 - Roma

 

L'accessibilità ed ingresso a MotoTematica, all'Eternal City Custom Show e alle attrazioni del parco Cinecittà World avrà un unico biglietto di ingresso valido per l'intera giornata: inserendo il codice promo ETERNAL si ha diritto ad una riduzione sul prezzo del biglietto.

 

PER LE RICHIESTE DI ACCREDITI DEI GIORNALISTI FAR RIFERIMENTO AI CONTATTI DI UFFICIO STAMPA DELLA MANIFESTAZIONE

Il 2, 3 e 4  luglio a Roma si svolgerà, nelle spettacolare cornice scenografica di Cinecittà World, la terza edizione di MotoTematica, il festival cinematografico dedicato al mondo della motocicletta.

La manifestazione, ospitata all'interno dell’Eternal City Motorcycle Custom Show, ha in programma quindici opere in concorso, un film fuori concorso (“Pozzis, Samarcanda” di Stefano Giacomuzzi) e un omaggio a Steve Mc Queen con la proiezione di "On Any Sunday", opera che ottenne la nomination all'Oscar nel 1972 per il miglior film documentario. Il festival avrà luogo all’interno del Teatro 4 di Cinecittà World e l’ingresso sarà compreso nel prezzo del biglietto per accedere a Eternal City (codice promo per sconti: ETERNAL) e a tutti i divertimenti del parco tematico.

Obiettivo della rassegna è incoraggiare i filmmaker stimolati dalla passione per le due ruote a promuovere le loro opere ispirate a  sogni, avventure e storie di centauri in forme diversificate. I migliori lavori saranno giudicati sia dal pubblico che da una giuria selezionata formata da Marie-Line Thioulouze, Roberto Brodolini e Giovanni Caloro, mentre il pubblico convenuto in sala voterà per il film preferito compilando le schede assegnate.




I finalisti prescelti provengono da otto paesi diversi, tra cui Germania, Spagna, Italia, Finlandia, Stati Uniti, Gran Bretagna e Corea, ognuno con storie ispirate alla propria passione e spesso vissute in prima persona. Saranno proiettate il 2 e 3 luglio a partire dalle ore 12:00: la cerimonia di premiazione avrà invece luogo domenica 4 luglio alle ore 12:00 sul palco di Cinecittà Street.


VENERDÌ 2 LUGLIO

inizio proiezioni ore 12,00 circa

Ö-MOVIE - Pekka Poramo - Finland (00:07:45)

BAÑEZA GRAND PRIX - Oscar Falagán - Spain (01:15:20)

BEST MAN CORNER - Jaremey McMullin - UK (00:19:02)

ITALIAN SPORTING BIKES OF THE 70’S - Roberto Serrini - US (00:05:15)

NEUGA BUDAPEST - Mauro Talamonti - Hungary (00:04:15)

TRANSIBERIANA. VENEZIA - HIROSHIMA - Raffaele Brunetti - Italia (02:00:00)

RAY TAUSCHER: AMERICA'S FORGOTTEN WORLD CHAMPION MOTORCYCLE RACER - Ned Thanhouser - US (00:16:42)

proiezione del film fuori concorso POZZIS, SAMARCANDA - Stefano Giacomuzzi – Italia (01:26:00)

fine proiezioni ore 19,00 circa

 

SABATO 3 LUGLIO

inizio proiezioni ore 12,00 circa

THE DIARIES OF THE YOUNG DON - Walter Schmuck - Germany (01:29:00)

HOLLAND TUNNEL - Michael Amter - US (00:00:36)

FIZZY BOYS - Christine Bullock - UK (00:19:55)

SCOTLANDERS - Fulvio Terminelli - Italia (00:20:00)

REAPPEAR - Tommy Clarke - UK (00:13:25)

THE UNBEARABLE LIGHTNESS OF CRASHING - James J. Butler, Charles Austin Muir - US (00:00:35)

972 BREAKDOWNS - On The Landway to New York - Daniel von Rüdiger - Germany (01:50:20)

DRAWING MACHINE Inspired by the Triumph BIKE - Jun-su LEE - Republic of Korea (00:04:14)

proiezione della retrospettiva ON ANY SUNDAY - 1971, Bruce Brown – US (01:36:00)

fine proiezioni ore 19.00 circa

 

DOMENICA 4 LUGLIO

premiazioni dei film vincitori ore 12.00 circa sul palco di Cinecittà Street

ETERNAL CITY CUSTOM SHOW

Sito ufficiale: http://www.eternalcitycustomshow.com/

 

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

                                               +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

                                                                   Giò Di Giorgio

venerdì 18 giugno 2021

PASSAPAROLA VISIVO: AL VIA L’OPEN LIBRARY DELL’ITALIA, LA TECA FOTOGRAFICA DIGITALE DELLE IMMAGINI PIU’ BELLE DEL PAESE

 

A REALIZZARE LA PIATTAFORMA E’ ENIT-AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO OL È IL PRIMO DATABASE NAZIONALE DI FOTO DISTRIBUITE CON LICENZE CREATIVE COMMONS: LA COLLEZIONE E’ GRATUITA E ACCESSIBILE A TUTTI ONLINE

Una banca fotografica inesauribile e in continuo aggiornamento con immagini provenienti da ogni Regione italiana Una immensa community virtuale con migliaia di partner in tutto il mondo l via l’Open Library di Enit, la teca fotografica digitale con le foto che raccontano l’Italia e accessibili gratuitamente a tutti. Chiunque – previa selezione - potrà collaborare alla costruzione di questo immenso archivio internet che ha l'obiettivo di classificare, socializzare e rendere disponibile online l'intero patrimonio fotografico nazionale grazie alla collaborazione con le Regioni italiane. Un’immensa comunità virtuale che conta migliaia di partner in tutto il pianeta. Si tratta di un grande archivio globale di opere digitalizzate che sono il passaparola visivo dell’Italia nel mondo. Open Library è una teca digitale universale aperta, con un progetto in continua evoluzione. I contenuti del portale di ricerca fotografico Enit, di cui è possibile download gratuito, sono organizzati in un database flessibile e gestiti mediante un sistema semplificato che consente anche di manipolare alcune foto. Il template ospiterà contenuti tracciati per facilitare la geolocalizzazione delle foto. Gli utenti sono invogliati alla scoperta. La piattaforma consente di rintracciare titolo, autore e credits con classificazioni per tag e aree geografiche. OL è il primo database nazionale di foto distribuite con licenze Creative Commons che ne stabilisce precise condizioni di utilizzo, indicate dall’autore del contenuto, che dovranno essere rispettate da ciascun fruitore. Il progetto ha attinto alle esperienze di openlib.emiliaromagnaturismo.it, database di elementi multimediali, prevalentemente di carattere fotografico, distribuiti gratuitamente e accessibili a tutti gli utenti web, “costola” di photo.aptservizi.com, primo archivio fotografico online sviluppato nel 2015 da APT Servizi Emilia Romagna, ente di promozione turistica regionale. Quest’ultimo per la prima volta ha catalogato e reso disponibile liberamente e gratuitamente il capitale naturale, storico e architettonico per immagini dell’Emilia Romagna. Tale capitale è stato ottenuto grazie a numerose edizioni di Wiki Loves Monuments, edizione italiana del più grande concorso fotografico del mondo, un contest dedicato ai monumenti, che invita tutti i cittadini a documentare la propria eredità culturale realizzando fotografie con licenza libera, nel pieno rispetto del diritto d’autore e della legislazione italiana in merito. Openlib.emiliaromagnaturismo.it contiene attualmente oltre 23.000 immagini, (provenienti dalle varie edizioni di Wiki Loves Monuments e fornite direttamente da Apt Servizi Emilia Romagna ed enti locali dell’Emilia Romagna quali province, redazioni locali e Destinazioni Turistiche), distribuite sotto licenze Creative Commons (CC), al fine di consentire la condivisione e l’uso pubblico del materiale.


L’archivio è un vero e proprio motore di ricerca multimediale, una piattaforma che permette il download di diversi formati delle immagini, con la possibilità di ritagliare e ridimensionare l’immagine in base alle proprie esigenze. La ricerca fotografica si avvale di API (Application Programming Interface), che permettono di automatizzare la visione di singole immagini, slideshow o gallerie fotografiche rispondenti ai parametri della ricerca avviata. 

Per consultare l’Open Library Enit – https://openlib.enit.it/it 
Francesca Cicatelli Ufficio stampa Enit 392 9225216 Francesca.cicatelli@enit.it

                                      Giò Di Giorgio

BUCHI NERI E VUOTI DI MEMORIA Mostra bi-personale INAUGURAZIONE: sabato 26 giugno 2021 ore 18:00 26 giugno 9 luglio 2021 LUOGO: ART G.A.P. Gallery (ROMA) CURATORE: Federica Fabrizi ARTISTI: Serena Maffia e Vittorio Pavoncello

 

Dal 26 giugno al 9 luglio 2021 la galleria Art GAP è lieta di accogliere nel nuovo spazio espositivo, a due passi da Largo Argentina, la mostra Buchi neri e vuoti di memoria di Vittorio Pavoncello e Serena Maffia, a cura di Federica Fabrizi. Buchi neri e vuoti di memoria è un progetto nato dalla sinergia tra i disegni a matita di Vittorio Pavoncello e le opere su tela di Serena Maffia. Questo progetto è divenuto una mostra bi-personale che mette in connessione arte e verso poetico: un maschile e un femminile che si attraggono e si respingono. Dalla mostra ospitata dalla galleria Art GAP è nato un libro-catalogo, edito da Progetto Cultura Edizioni, che comprende una raccolta di poesie che Vittorio Pavoncello ha selezionato con cura insieme a Luciana Raggi e le opere che i due artisti romani espongono a Roma e Madrid. Durante la rassegna in galleria, dal 26 giugno al 9 luglio ’21, avranno luogo degli incontri pomeridiani (dalle 18:00 alle 19:00) in cui i poeti leggeranno le loro poesie raccolte nel libro-catalogo Buchi neri e vuoti di memoria, che verrà̀ presentato il giorno dell’inaugurazione nella galleria Art GAP di Roma. Tra questi poeti, Claudio Fiorentini ha rappresentato il trait de union tra la Galleria Art GAP di Roma e il suo spazio espositivo Captaloona di Madrid in cui ospiterà̀, dal 5 al 17 luglio ’21, la mostra Buchi neri e vuoti di memoria dove esporranno i due ideatori del progetto, Vittorio Pavoncello e Serena Maffia, e cinque artisti spagnoli. Inoltre, Claudio Fiorentini accoglierà̀ nella sua galleria la mostra di Alejandro Corballo dal titolo Fractal Game, dal 26 giugno al 3 luglio ’21. Corballo, musicista e pittore, ha composto il brano musicale Agujeros Negros in occasione dell’evento Buchi neri e vuoti di memoria andato in diretta Facebook il 12 dicembre ‘20, come anticipazione della mostra bi-personale di Vittorio Pavoncello e Serena Maffia. Infatti, è proprio tra Roma e Madrid che la sincronia spazio temporale de I buchi neri e vuoti di memoria ha trovato e troverà la sua massima rivelazione e diffusione grazie all’utilizzo delle dirette social, che permetteranno di creare un continuum di mostre, letture e performance tra le due città. Nelle opere di Serena Maffia sono rappresentati corpi nudi di donne, simbolo del loro essere indifese, che prendono forma dai buchi neri esistenziali in cui sono state fagocitate. Silenti buchi neri si ingigantiscono generando pistilli attorno ai quali si sviluppano corpi violati e annientati con veemenza per mano maschile. Linguaggio sintetico, diretto e graffiante. Pittura potente di grande impatto. Larghe pennellate di un rosso acceso, denso e sfumato per amplificare e svelare le anime delle donne violate da uomini feroci, crudeli e spietati, di un algido blu. Spatolate e pennellate di tempera calda e opaca che si assottiglia, mediante maestria grafica, in un tratto finissimo, incisivo e minuzioso quasi calligrafico, su vuoti di memora o di libertà che confonde. I disegni di Vittorio Pavoncello nascono dal punto primordiale, che non è solo punto nello spazio, non è solo falla nella memoria, ma è un punto che racchiude in sé tutto lo sviluppo possibile. Nelle sue opere tutto ciò che si avvicina al punto / buco nero è sottoposto a cancellature, come se queste volessero inglobare in sé tutto il visibile. L’opera d’arte diventa quindi il punto di non ritorno, dopo il quale ogni cosa diventa buco nero, dimenticanza, oblio. L’orizzonte degli eventi non è altro che un vortice che attrae, risucchia, in quanto ogni cosa che cade oltre questo confine viene inghiottito e non potrà̀ mai più̀ essere visto, nemmeno la luce. Nomi, forme e oggetti: tutto cade all’interno di quel nero cosmico che prima era una stella, un ricordo, una memoria. D’altronde, ogni ombra rincorre la sua luce. Buchi neri di mente, di corpi, di ricordi, di finestre su di un mondo che forse non c’è più̀. Falle immense nel corpo sottile. Buchi di una memoria che non vuole essere dimenticata, buchi che rifiutano di essere sé stessi. Il corpo e la mente sono sempre alla ricerca della propria finestra, una finestra che permetta loro di farsi attraversare dalla luce, senza violenza, senza scoppi, senza spasmi. Il corpo e la mente all’epoca delle terre inesplorate, della leggendaria isola di Atlantide situata oltre le Colonne d’Ercole menzionata da Platone nei dialoghi Timeo e Crizia nel IV sec., del cifrario Beale considerato uno degli enigmatici misteri crittografici irrisolti, del satellite fantasma Black Knight o delle luci di Hessedalen, ha saputo vedere una breccia, un barlume, tra gli anfratti dell’ignoto, del vuoto, dell’ombra. Buchi neri non solo come oblio ma anche come barlume, che sia di luce o di speranza poco importa. Luce e ombra, memoria e oblio. Ed è così che, come in un qualsiasi altro viaggio interstellare, anche in questo caso non è dato sapere il punto di arrivo e cosa potrà̀ ancora divenire il progetto Buchi neri e vuoti di memoria nel futuro. 


 INCONTRI CON I POETI:  1 luglio ore 18:00 – 19:00: Luciana Raggi e Angela Donatelli  2 luglio ore 18:00 – 18:30: Anna Santoliquido  3 luglio ore 18:00 – 19:00: Fabio Strinati e Michela Zanarella  5 luglio ore 18:00 – 19:00: Maurizio Mazzurco e Emanuele Martinuzzi  6 luglio ore 18:00 – 19:00: Vittorio Pavoncello e Laura De Luca  7 luglio ore 18:00 – 19:00: Alessandra Carnovale e Ornella Spagnulo  8 luglio ore 18:00 – 19:00: Simone Carunchio e Marina Marchesiello

Ufficio Stampa Vania Lai

                                                       Giò Di Giorgio

martedì 15 giugno 2021

Al Teatro India e a Spazio Rossellini dal 25 giugno al 4 luglio torna Dominio Pubblico 2021, la città agli Under 25 Musica, Danza, Teatro, Performance, Mostre, Installazioni, Cinema e Arte digitale

 

30 eventi multietnici, fluidi, partecipati e al femminile. Tutti rigorosamente sottovuoto.

Il Festival Dominio Pubblico -  La Città agli Under 25” è promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE

Teatro India, Teatro di Roma - Lungotevere Vittorio Gassman, 1
Spazio Rossellini, Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio - Via della Vasca Navale 58

 


Dopo un anno di isolamento forzato, in cui a farne le spese sono stati soprattutto i ragazzi e le ragazze, dal 25 giugno al 4 luglio, la città torna agli Under 25 che, con gioia e orgoglio se ne riappropriano, coinvolgendo e chiamando a raccolta l'intero territorio con il festival Dominio Pubblico -  La Città agli Under 25. Per due fine settimana, le nuove leve artistiche torneranno ad abitare gli spazi del Teatro India e dello Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio, luoghi simbolo della città di Roma, di cui ci stiamo lentamente riappropriando, con musica, danza, teatro, performance, mostre, installazioni, cinema e arte digitale, incontri e talk.

Un viaggio fitto di appuntamenti in un città ridisegnata dalla Generazione Z: multietnica, fluida, partecipata e donna. Tanti ospiti speciali e nuovi esperimenti per una staffetta di 30 progetti multidisciplinari che esprimono il bisogno di esserci e di poter dire la propria sulla realtà circostante. Una realtà soffocata e senza aria, avvolta nel cellophane e dove gli “adulti” non riescono più ad essere credibili e - semplicemente - non hanno risposte. Per questo SOTTOVUOTO è il titolo scelto dalla direzione U25 per questa nuova edizione, e affidato allelaborazione grafica dell’artista ironmould. 

Estato un anno difficile, ma i ragazzi di Dominio Pubblico non sono rimasti fermi a guardare, chiusi in sé stessi: hanno al contrario lavorato sulla città, dando vita ad esperienze come Cantieri Sanpaolo, “Millennials A®T Work”, Stati dAnimoal Castello di Santa Severa. Hanno raccolto le proposte artistiche con il Bando Z, rivolto ad artisti ed artiste di nuova generazione. Hanno dimostrato che, anche se sottovuoto, era importare esserci, intervenire, creare.

 



Dopo 12 mesi, Dominio Pubblico diventa così loccasione per toccare con mano questo fermento, con 30 diverse e ricche occasioni di incontro, confronto e scoperta, allinterno di un programma che dialoga con la realtà della Generazione Z e la fa incontrare con nomi affermati, creando a volte cortocircuito, a volte luce.

 


Da qui, ecco quindi la proposta di una line up multietnica ed interculturale che vede protagoniste tante giovani e talentuose artiste, fra cui Margherita Vicario con lOrchestra Multietnica di Arezzo, Claire Audrin, Ellynora e molti altri giovani talenti; ma anche appuntamenti a cui assistere live e in diretta streaming dallo Spazio Rossellini con i MATCH, incontro/spettacolo fra  generazioni teatrali a confronto". Artisti e compagnie young si scontreranno con un grande e noto artista del panorama teatrale: Claudia Marsicano giovane interprete femminile nota al panorama nazionale e vincitrice del premio UBU 2017 come migliore interprete italiana Under 35 contro  lattrice Francesca Benedetti; Nicola Borghesi  regista e direttore della compagnia Kepler 452  contro il maestro Gabriele Lavia.

Spazio anche ai nuovi linguaggi con gli incontri pubblici on-line che coinvolgeranno gli artisti selezionati e alcuni dei massimi esperti nel campo delle live e performing arts digitali: Network Risonanze, Performing + in Tour, promosso dalla Fondazione Piemonte dal Vivo e da Fondazione Compagnia di San Paolo, in collaborazione con Osservatorio Culturale del Piemonte. Tra i partner delliniziativa anche Teatro di Roma/Teatro nazionaleATCL/Circuito Multidisciplinare Regionale del Lazio e C.Re.S.Co.

 

Esserci. Ci sembra già molto. A testimoniare con i nostri corpi, con la nostra presenza che la vita va avantispiega il direttore artistico Tiziano Panici. Dopo un nuovo anno dove ci siamo visti privare dellaria, delle speranze e di una quotidianità a contatto con gli altri. Questo è esattamente quello che sembra esprimere lopera dellartista ironmould creata per questa ottava edizione del Festival Dominio Pubblico - La Città agli Under 25: un groviglio di pensieri, paure, incertezze che sintrecciano in un labirinto apparentemente senza vie duscita. Il tutto confezionato e sigillato dalla plastica che toglie laria ed isola dal mondo esterno. Sottovuoto. Eppure quel groviglio esplode in una moltitudine di colori creando un arcobaleno di possibilità che il nostro festival esprime con tutta la sua potenza artistica dirompente: musica - danza - teatro - performance mostre - installazioni - cinema e arte digitale.

 

Il Festival Dominio Pubblico -  La Città agli Under 25” è promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

 Il progetto è sostenuto da Ministero della Cultura, la Regione Lazio, Roma Culture, Teatro di Roma - Teatro Nazionale, in collaborazione con ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio per Spazio Rossellini Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio e Municipio VIII. Dominio Pubblico è un progetto di rete che si fonda sulla collaborazione e sulla condivisione di idee. Per questo motivo ogni anno si estende il network delle realtà con cui collabora, stringendo accordi con importanti partner nazionali e internazionali per quel che riguarda il teatro e le arti emergenti.

 

Ufficio stampa Dominio Pubblico

Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 340.96.900.12

Alessandra Zoia alessandra.zoia@hf4.it 333.76.23.013

Matteo Glendening matteo.glendening@hf4.it 391.13.70.631

Giò Di Giorgio