venerdì 9 aprile 2021

I FEDIFRAGHI ITALIANI SONO PIÙ PROPENSI A VACCINARSI CONTRO IL COVID-19 RISPETTO AL RESTO DELLA POPOLAZIONE: INCONTRI-EXTRACONIUGALI.COM HA REALIZZATO UNO SPECIALE “SONDAGGIO VAX”.

 

«Il 78% dei fedifraghi vuole fare il vaccino, contro una media nazionale del 65%» spiega Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il principale sito di incontri extraconiugali in Italia.

Su un campione di 12.322 cittadini di entrambi i sessi, distribuiti in tutte le regioni e province autonome italiane, intervistati dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AgeNaS) e dal Laboratorio Management e Sanità (MeS) dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il 65% degli italiani si dichiara favorevole al vaccino contro il Coronavirus, mentre il 18% non è propenso a farlo.


Incontri-ExtraConiugali.com, il portale più sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato, ha voluto condurre un sondaggio analogo a quello AgeNaS-MeS intervistando durante la prima settimana di aprile 2021 un campione di 2 mila fedifraghi di entrambi i sessi iscritti al portale.

I risultati hanno evidenziato che la propensione a vaccinarsi è molto più altra tra i fedifraghi: 78% contro il 65,2% della popolazione generale.

«Otto fedifraghi su 10 ritengono che una volta vaccinati si potrà tornare alla normalità e che così sarà molto più facile continuare a vivere relazioni clandestine al di fuori del matrimonio o della coppia» commenta Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Iniziare un’avventura con una persona già vaccinata —prosegue Alex Fantini— consentirebbe di superare molte delle preoccupazioni che oggi affliggono gli italiani».

Ma anche la propensione no-vax è più alta tra i fedifraghi: 20% contro 17,6% della media nazionale, una maggiore propensione alla vaccinazione nelle persone sopra i 65 anni (75,4%) ed un maggior disaccordo nella popolazione con un’età compresa tra i 35 e i 44 anni (22,2%) nel sondaggio AgeNaS-MeS.

Tra i fedifraghi, invece, è proprio nella fascia 35-44 anni che il disaccordo è più basso (4%). «Percentuali che dimostrano che per i “fedifraghi più attivi” —quelli 35-44enni appunto— il vaccino rappresenta una vera speranza di tornare ad una vita normale e di continuare a conoscere gente nuova senza mettere a rischio la loro salute e quella delle persone a loro vicine» commenta il fondatore Incontri-ExtraConiugali.com.

«Sono dati che non sorprendono —prosegue Alex Fantiniperché la “tribù” dei fedifraghi è composta prevalentemente da persone al di sopra dei 35 anni, per lo più laureate e di categoria socio-economica medio-alta, tra cui un gran numero di medici e di altri professionisti che lavorano nell’ambito della salute e che per questo conoscono e sanno meglio valutare i vantaggi ed i rischi del vaccino».

Secondo la stragrande maggioranza degli iscritti al portale Incontri-ExtraConiugali.com, il vaccino è percepito come efficace nella prevenzione del Covid-19 e nella riduzione dei ricoveri e dei decessi. Per la quasi totalità dei fedifraghi i benefici del vaccino continuano a superare i rischi per le persone che lo ricevono.

Eppure «86 casi subito dopo il vaccino puzza un po’» sostiene il professor Fabrizio Ernesto Pregliasco, virologo e presidente dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, riferendosi ai legami tra AstraZeneca e trombosi durante l’intervista realizzata da Serena Bortone andata in onda ieri 8 aprile sulla trasmissione “Oggi è un altro giorno” di RAI UNO.

«Ottantasei casi su 20 milioni costituiscono una probabilità inferiore a quella di essere colpiti da un fulmine passeggiando in campagna» puntualizza però il professor Pregliasco, sostenendo poi che «il rischio vaccino è nullo rispetto al rischio malattia».

Ed in particolare i fedifraghi condividono: la loro voglia di vaccinarsi è superiore ai timori ed all’incertezza. Molti di loro hanno addirittura pensato di accelerare i tempi ricorrendo al «turismo vaccinale» e già diversi tour operator stranieri stanno proponendo ad una clientela italiana il viaggio in Russia per poter ricevere il nuovo vaccino a doppio vettore Sputnik V.

«Dichiarando motivazioni di cure mediche non vi sono restrizioni all’ingresso nella Federazione Russa e dal nostro sondaggio emerge che il 42% dei fedifraghi sarebbe disposto ad intraprendere questo viaggio» conclude il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Ufficio Stampa : Incontri-Extra [press@lalapress.org]

 


Sul nuovo canale CG Tv Bugie rosse e Cattive inclinazioni, i thriller scandalo di Pierfrancesco Campanella

 

CG TV (4504) è un canale completamente nuovo e interamente dedicato al meglio del cinema italiano e internazionale, disponibile gratuitamente per tutti i possessori di una Smart TV Samsung, grazie all’applicazione Samsung TV Plus. L’applicazione Samsung TV Plus è disponibile su tutti i modelli di Smart TV Samsung prodotti a partire dal 2016. Cliccando su 4504, Samsung TV Plus offre agli spettatori un accesso diretto a top news, sport, intrattenimento e molto altro. È 100% gratuita e non sono richiesti download, registrazioni, carte di credito o sottoscrizioni.

Tra i film in programmazione Bugie rosse e Cattive inclinazioni, le due pellicole scandalo dirette da Pierfrancesco Campanella, che resteranno poi disponibili nella sezione On demand del canale.



Definito – nel periodo della sua uscita al cinema – a metà strada tra Cruising con Al Pacino e i film di Dario Argento, Bugie rosse è un thriller erotico molto spinto, un micidiale mix di sesso a tinte forti e cruda violenza dove si mescolano perversioni di tutti i tipi a un’avvincente storia gialla, carica di tensione, mistero e colpi di scena. Quasi una risposta italiana a Basic instinct, il sensuale classico con Michael Douglas e Sharon Stone.

Un thriller incentrato sulle scabrose vicende di un cronista televisivo interpretato da Tomas Arana e impegnato in uno scottante reportage su alcuni delitti maturati nell’ambiente torbido di una grande città, il quale resta in qualche modo affascinato da quel mondo, grazie anche all’amicizia “particolare” instauratasi con un “ragazzo di vita” cui presta il volto Lorenzo Flaherty. Fino al momento in cui, tra un omicidio e l’altro, il protagonista comincia a distaccarsi dalla moglie, ovvero una bellissima Gioia Scola che completa il ricco cast di Bugie rosse insieme ad Alida Valli, Natasha Hovey, Barbara Scoppa, Gianfranco Jannuzzo, Paolo Calissano, Gianna Paola Scaffidi, Carolyn Spence, Rodolfo Corsato e Gianni Franco.

Da Eva Robin’s a Mirca Viola, passando per Elisabetta Cavallotti, Elisabetta Rocchetti, Florinda Bolkan e Franco Nero, altrettanto ricco è il cast di Cattive inclinazioni, che ha fatto molto discutere per l’eccesso di alcune sequenze di uccisione, nonché per la scioccante morbosità delle scene di sesso “particolare”.

Un cast di sfacciata impronta “cult” per un noir “grottesco” con venature surreali mirato ad ironizzare sulla tradizione dei gialli all’italiana destrutturandone l’impalcatura narrativa e rientrante tra i primi lungometraggi italiani girati completamente in digitale e successivamente “trasformati” in pellicola 35 mm per poter essere proiettati nelle sale cinematografiche.


Con una rivelazione finale che lascia emergere una denuncia nei confronti dell’emulazione e della speculazione mediatica. Un espediente di Campanella per puntare l’indice verso le trasmissioni televisive che, al fine di assecondare le logiche d’ascolto di rete, trattano i casi di cronaca nera sollecitando gli istinti maggiormente bassi di un pubblico sempre più assetato di notizie scioccanti.




Sesso, sangue e tensione, quindi vi aspettano su CG Tv con Bugie rosse e Cattive inclinazioni!


Giò Di Giorgio


















 

 

giovedì 8 aprile 2021

BODIES La rassegna dei corpi danzanti tra virtuale e reale tra Dante e mito greco L’ottocentesco Teatro Goldoni di Corinaldo (AN), città palcoscenico tra i 7 bor-ghi più belli d’Italia, riparte dalla danza: due mesi di performance dallo storico teatro all’italiana del borgo medievale

Dalla danza, dai suoi molti volti e dalle nuove modalità dell’arte antica del corpo in movimento, riparte lo storico Teatro Goldoni di Corinaldo (AN), tipica struttura all’italiana ottocentesca, che dall’11 aprile al 29 maggio sarà “tempio di Tersicore” conBodies, rassegna promossa e ideata dal Gruppo Danza Oggi in collaborazione con il Comune di Corinaldo ed AMAT. Prologo dell’evento è l’inedita residenza in loco che vede un primo confronto virtuale con il pubblico l’11 aprile in una speciale formula interattiva con massimo 25 spettatori per volta, per poi articolarsi fino al 29 maggio attraverso performance e spettacoli dal vivo, anche online in diretta dalla cittadina, per rico-minciare ad abitare i vicoli e gli scenari storici attraverso i corpi di oltre 20 danzatori per 4 compagnie italiane dal respiro internazionale. La prima tappa immerge Bodies nel suo viaggio attraverso il reale ed il virtuale, studiando la relazione tra i nuovi sistemi comunicativi e la libertà personale di interagire con essi. Dopo lo studio interattivo in diretta streaming dell’11 aprile, il 15 Aprile la rassegna apre ufficialmente con Hash_tag/call for interaction, frutto del lavoro della residenza artistica a Corinaldo. Un’analisi della lettura e della distorsione del corpo attraverso la rete di due coreografe internazionali: Nicoletta Cabassi e Simona Lisi. Lo spettacolo sarà disponibile su www.ontheatre.it Hash_tag/call for interaction, in collaborazione con Cinematica Festival 2021, dà il via alla rassegna di corpi danzanti. 

La scelta è quella di danzare per recuperare la comunicazione, paradossalmente per-duta, nel mondo virtuale, sfruttandola all’insegna della libertà di interagire con le sue nuove forme. Sarà la compagnia E.sperimenti Dance Company, sempre alla ricerca di una perenne sfida, direttamente prodotta dal Gruppo Danza Oggi, membro del CID Unesco, a dare il via alla Festa Mondiale della Danza il 29 Aprile. Bodies prosegue con il secondo appuntamento il 30 Aprile con la Compagnia Francesca Selva: Pietà per Icaro. Uno spettacolo che si propone di operare un ribaltamento nella nostra concezione del mito greco. Ai bambini ancora si racconta di come Icaro abbia sbagliato a volare troppo vicino al sole e di come abbia pagato la sua scelta, nonostante gli avvertimenti del padre Dedalo. Pietà per Icaro nasce dalla domanda: E se la colpa fosse di Dedalo per non aver creduto in Icaro?” Come può un sogno oltre l’immaginabile, persino oltre il sole, essere così rischioso. Sognare non può essere una colpa. Ancora una volta, quindi, lo spettacolo ribalta i termini comunicativi, partendo dal mito greco, assaporando una nuova nozione di libertà. La libertà di sognare e di tentare “nuove prove di volo”. 

Terza tappa di Bodies, l’1 e il 2 Maggio è con la compagnia Rex Estensa: Non tutti sanno che….Uno spettacolo di Elisa Barrucchieri che ripercorre i dietro le quinte e tutto il processo di creazione ed ideazio-ne. Un’altra manifestazione della comunicazione contemporanea che si scontra con le immutabilmente mu-tevoli forme della danza. Bodies si conclude con un viaggio tra le rime dantesche con lo spettacolo Il gran viaggio del divino Dante di Luca Bruna e Mario Ferrari. Un viaggio a passo di danza offerto dalla compagnia Oplas il 29 Maggio. La danza culmina, quindi, con un racconto coreografico dell’Inferno di Dante Alighieri, rinnovando la comunicazione senza tempo della Divina Commedia, che si offre al pubblico da oltre 700 anni. Qualora le normative anti-covid19 lo permettano gli spettacoli saranno aperti al pubblico con numero con-tingentato a norma di legge. 
Info su: www.marcheinscena.it 


Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterramarta.volterra@hf4.it 340.96.900.12 
Matteo Glendeningmatteo.glendening@hf4.it 391.13.70.631

                                                              Giò Di Giorgio

mercoledì 7 aprile 2021

AL FESTIVALFLORIO ANCHE ANNA TIFU La regina del violino porterà la sua favola in musica a Favignana. Un talento che si aggiunge ad un programma già ricco di sorprese internazionali e che sarà accompagnata in concerto da un'altra eccellenza pianistica, Elena Matteucci

Testo alternativo


Un talento del violino si unisce alla già nutrita programmazione della prossima edizione del Festivalflorio: si tratta di Anna Tifu, vincitrice nel 2007 del prestigioso concorso internazionale George Enescu di Bucharest, considerata nel panorama musicale una delle migliori interpreti della sua generazione. La violinista italo-rumena di esibirà insieme alla pianista Elena Matteucci, eccellente camerista e membro del Quartetto Michelangelo,  con una laurea honoris causa conferitale dall'Accademia Chigiana di Siena e detentrice del prestigioso Premio Peterlongo. Dal 13 al 20 giugno 2021 le isole Egadi aggiungeranno cosi una nuova stella al calendario di ospiti già confermati al festival di Favignana. Tra questi ci saranno infatti i tedeschi Kitty Hoff Trio, Lydia Maria Bader e il duo Fiscella/Maiorana, il duo Plano/Del Negro proveniente dagli Stati Uniti, i musicisti trapanesi dell’Elimi Jazz Quintet, gli svizzeri del Trami duo e il duo Musica Nuda, composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Un incontro tra culture musicali diverse selezionate dal direttore artistico Giuseppe Scorzelli, che da otto anni colora di magie sonore l’isola con anteprime nazionali di eccezionale qualità.


Anna Tifu

Nata a Cagliari, ha iniziato lo studio del violino all’età di sei anni sotto la guida del padre e a suonare in pubblico a 8 anni, vincendo il primo premio con Menzione Speciale di Merito alla Rassegna di Vittorio Veneto.

A undici anni ha debuttato come solista con l’Orchestra National des Pays de la Loire e l’anno dopo, all’età di 12 anni, debutta alla Scala di Milano con il Concerto n.1 di Max Bruch.
All’età di quattordici anni vince il 1° premio al Concorso Internazionale Viotti Valsesia e nello stesso anno vince il 1° premio al Concorso Internazionale M.Abbado di Stresa. Si diploma appena quindicenne al Conservatorio di Cagliari con il massimo dei voti e la Menzione d’Onore.
Ha studiato con Salvatore Accardo all’Accademia Walter Stauffer di Cremona e successivamente all’Accademia Chigiana di Siena dove, nel 2004, ottiene il Diploma d’Onore.
Viene ammessa, all’età di 17 anni, al Curtis Institute di Philadelphia dove ha studiato con Aaron Rosand, Shmuel Ashkenazy e Pamela Frank e successivamente si perfeziona Parigi dove ottiene il diploma superiore di Concertista.

Si è esibita con alcune tra le più prestigiose Orchestre Nazionali ed Internazionali come l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Nazionale della RAI di Torino, Orchestra della Fondazione Arena di Verona, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Simòn Bòlivar Orchestra del Venezuela, Stuttgarter Philarmoniker, Dortmunder Philharmoniker, George Enescu Philarmonic Orchestra e Radio Orchestra di Bucharest, Lithuanian Chamber Orchestra, Munich chamber Orchestra, KZN Philarmonica di Durban, Israel Philharmonic soloists, Prague chamber Orchestra, Orchestra Filarmonica del Qatar e al fianco d’importanti direttori, tra i quali Yuri Temirkanov, Gustavo Dudamel, Diego Matheuz, David Afkham, Juraj Valcuha, Mikko Franck, John Axelrod, Christoph Poppen, Justus Frantz, Cristian Mandeal, Horia Andreescu, Sergiu Commissiona, Lü Jia, Giampaolo Bisanti, Julian Kovatchev, Hubert Soudant, Gèrard Korsten, Gabor Ötvös.

Gli impegni più prestigiosi recenti e futuri includono concerti al George Enescu Festival di Bucharest con l’Orchestra RAI di Torino e Juraj Valcuha, tournèe in Russia, sempre con l’Orchestra RAI, concerto con Gustavo Dudamel e la Simòn Bòlivar Orchestra del Venezuela, inaugurazione della Stagione a Genova, Teatro Carlo Felice dove, per l’occasione, si è esibita con il famoso violino Guarneri del Gesù detto “IL CANNONE” appartenuto a Niccolò Paganini, inaugurazione a Venezia, Teatro La Fenice con Diego Matheuz, concerto inaugurale della Stagione Fondazione Società dei Concerti di Milano dove è regolarmente invitata, inaugurazione della Stagione a Verona per gli Amici della Musica, concerto allo Stradivari Festival di Cremona, dove si è esibita in uno spettacolo insieme all’Etoile Carla Fracci, concerti all’Auditorium Parco della Musica di Roma insieme a Yuri Temirkanov e l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e l’inaugurazione della Stagione a Parigi, con l’Orchestra Filarmonica di Radio France, diretta da Mikko Franck.
Recente è il suo debutto per la casa discografica Warner Classics, in duo con il pianista Giuseppe Andaloro.

Ha collaborato con musicisti come Maxim Vengerov, Yuri Bashmet, Ezio Bosso, Enrico Dindo, Julien Quentin, Giuseppe Andaloro, Pekka Kuusisto, Mario Brunello, Michael Nyman, Boris Andrianov, l’Etoile Carla Fracci, l’attore John Malkovich e Andrea Bocelli, il quale nel 2011 ha invitato Anna come solista ospite in numerosi concerti in Italia, Egitto e Stati Uniti.

Ha tenuto concerti a rinomati festival come il Tuscan Sun Festival, Festival de Musique Menton, Ravello festival, Al Bustan di Beirut e il George Enescu festival dove è regolarmente invitata, oltre che presso celebri sale da concerto come la Scala di Milano, Auditorium Parco della Musica di Roma, Sala Verdi di Milano, Great Hall di San Pietroburgo, Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, Konzerthaus di Dortmund, Konzerthaus di Berlino, Beethoven-Saal di Stoccarda, Teatro La Fenice di Venezia, Rudolphinum Dvorak Hall di Praga, Ateneo e sala Palatului di Bucharest, Madison Square Garden di New York, Staples Center di Los Angeles, Auditorium Simòn Bòlivar di Caracas.

Anna Tifu è stata testimonial della campagna pubblicitaria 2011 di Alitalia, assieme a Riccardo Muti, Giuseppe Tornatore ed Eleonora Abbagnato.
In occasione del solstizio d’Estate 2020, L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Anna Tifu - che per l’occasione indossa tre abiti Fendi Couture - eseguono l’Estate, tratta dalle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi per il progetto Anima Mundi de La Maison Fendi online in streaming.

Le è stato assegnato il Premio Donna 2020 Paul Harris Fellow dal Rotary Club Milano Sempione.

Suona il violino Antonio Stradivari “Marèchal Berthier” 1716 ex Napoleone e il violino Carlo Bergonzi “Mischa Piastro” 1739  della Fondazione Canale di Milano.

https://www.annatifu.com/


Elena Matteucci

È stata allieva di Fausto Di Cesare al Conservatorio S. Cecilia in Roma dove si è diplomata con il massimo dei voti e la lode.
Ha inoltre studiato con Vincenzo Vitale a Napoli e con Riccardo Brengola all’Accademia S. Cecilia conseguendo il diploma di perfezionamento in Musica da Camera sempre con il massimo dei voti e la lode. Ha vinto numerosi Primi Premi in Concorsi pianistici e cameristici.
Diploma d’Onore all’Accademia Chigiana di Siena, nella sua attività privilegia la musica cameristica collaborando, tra gli altri, con Felix Ayo, Uto Ughi, Massimo Quarta, Dimitry Sitkovetsky, Domenico Nordio, Sonig Thackerian. Anna Serova, Ramon Jaffè; con la violinista Tina Staffieri ha ottenuto, sempre alla Chigiana, il Premio Peterlongo, per la migliore formazione da camera.
È presente in molti Festival cameristici internazionali ed è stata più volte invitata dal violinista Robert Mc Duffie, fondatore del “Rome Chamber Music Festival”, collaborando con grandi artisti quali il violista dell’Emerson Quartet Laurence Dutton, Julie Albers ed altri. Negli ultimi anni Elena Matteucci è la coach ufficiale del RCMF e sotto la sua guida i giovani talenti di tutto il mondo si esibiscono nelle più belle sale della capitale, come Palazzo Barberini.
Fa parte del Quartetto Michelangelo, con il quale ha vinto il Concorso Internazionale di Ilzach ed il prestigioso ”Premio Michelangelo”, dato da Ennio Morricone, riconoscimento dato ad importanti personalità delle arti e della cultura.
Il Quartetto ha registrato per la Nuova Era, per “Casa Bassi” l’integrale dei Quartetti di Brahms e, per la casa discografica Chandos, un disco dedicato a Schumann , inciso con il fortepiano.
Alcune tra le importanti istituzioni italiane che hanno ospitato Elena Matteucci sono state: l’Accademia S.Cecilia, l’Accademia Filarmonica Romana, l’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, il Festival dei Due Mondi, l’Unione Musicale di Torino, gli Amici della Musica di Palermo e Perugia, l’Associazione Scarlatti di Napoli , I Pomeriggi Musicali di Milano, il Sun Tuscan Festival.
È presente regolarmente ne “I concerti del Quirinale” a Roma trasmessi in diretta nazionale ed europea da RAI-Radio3.
Ha inoltre effettuato concerti e registrazioni in Europa, Sudamerica e Repubblica di Cina.
Ha tenuto corsi di perfezionamento in Brasile e Argentina e sono recenti sue Masterclass e suoi concerti in Irlanda, Lituania, Polonia, Olanda e Spagna.
Attualmente collabora con Amanda Sandrelli nello spettacolo “Voci e Note di Donne”.
E’ titolare della cattedra di Pianoforte e del biennio sperimentale di Pianoforte e Musica da Camera al Conservatorio “A.Casella” dell’Aquila.

Festivalflorio

Direttore artistico: Giuseppe Scorzelli

Sito web ufficiale: http://www.festivalflorio.it/

 

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

http://www.elisabettacastiglioni.it/

Giò Di Giorgio


 

martedì 6 aprile 2021

MONICA SETTA TORNA IN RADIO DAL 3 APRILE SU RAI ISORADIO CON “PARLA CON LEI – QUANDO LE DONNE FANNO LA DIFFERENZA” E L’8 APRILE USCIRA’ IL LIBRO “QUADRARE I CONTI – MANUALE DI ECONOMIA PER LE FAMIGLIE” (RAI LIBRI)

 

Monica Setta torna al suo antico amore per la radio. Da sabato 3 aprile, sarà su Rai Isoradio con il nuovo programma “Parla con lei – Quando le donne fanno la differenza”. La giornalista, attualmente al timone di “UnoMattina In Famiglia”, in onda ogni sabato e domenica su Rai 1, pubblica inoltre il suo 12° libro “Quadrare i conti - Manuale di economia per le famiglie. Dai mutui ai mercati, dalle assicurazioni al fisco o alle pensioni”, in uscita l’8 aprile per Rai Libri.

Il nuovo programma “Parla con lei” sarà in onda ogni sabato e domenica, dalle ore 16 alle 17, su Rai Isoradio e sarà disponibile anche su RaiPlay Radio. Un programma ricco di interviste tutte al femminile, in cui pubblico e privato si intrecciano nei racconti di grandi protagoniste dell’attualità che spiegheranno quando e perché le donne fanno la differenza nella politica, nell’economia e nella società. In televisione infine prosegue la stagione d'oro di “UnoMattina In Famiglia” con Tiberio Timperi che andrà in onda fino al 27 giugno.

Nel volume “Quadrare i conti”, invece, Monica Setta spiega come risparmiare nell'Italia del Covid-19 mettendo da parte anche qualcosa da investire. In libreria e sulle piattaforme digitali a partire da giovedì 8 aprile, il libro affronta anche come difendersi dalle truffe e come evitare lo shopping compulsivo o risparmiare sui saldi.



SCHEDA DEL LIBRO

Che cosa è lo spread? Che cosa significa Recovery Fund? E ancora, come posso fare a calcolare la mia pensione? Come si richiedono i bonus fiscali o quelli sulla casa? Dove posso investire senza rischiare? Titoli di Stato oppure obbligazioni? Per comprare casa mi conviene un mutuo a tasso fisso o variabile? E come riesco a confrontare tutti i prezzi delle polizze assicurative scegliendo la migliore? Sono domande che ci facciamo ogni giorno soprattutto in questo periodo di pandemia in cui il nostro rapporto con i soldi è cambiato. Spesso si cerca la “buona occasione” ma senza competenze, in economia, è difficile fare ottimi affari. Senza contare che, acquistando in rete (dove i prezzi sono in media più a buon mercato) esiste il rischio di vedersi clonata la carta di credito infilandosi in una delle tante, possibili truffe ai danni del consumatore.

Questo libro, nato dalla omonima e fortunata rubrica di economia del programma “UnoMattina in Famiglia”, cerca di dare risposte a molti dei quesiti che hanno a che fare con i soldi: mutui, bollette, risparmio, assicurazioni, casa, mercati ecc. Ogni tema viene raccontato attraverso una o più storie così da poter fare della narrazione economica, storicamente ostica, un argomento non solo “commestibile” ma persino accattivante. In questo piccolo “manuale di economia per le famiglie” troverete, ne sono certa, molte risposte. Ma forse anche la voglia di occuparvi di finanza. Perché scoprirete che occuparsi di soldi significa curare bene i propri affari, risparmiare, investire e concedersi perfino qualche lusso. Come? Non vi resta che leggere “Quadrare i conti”.

 

L’AUTRICE

 

Monica Setta, laureata in filosofia, è giornalista professionista dal 1989. Ha lavorato ai quotidiani Avvenire, Il Giorno, La Voce di Indro Montanelli, Corriere della Sera, e ai periodici Sette, Io Donna, Capital, Milano Finanza, Amica, Il Mondo, Gente, Gente viaggi, Gioia, Psychologies ed Elle, ma anche sul web all’Agi e a Tiscali.it. Attualmente scrive di finanza su Economy e Investire. Ha ideato e condotto programmi radiofonici (Radio 2, Radio 24, Radionorba) e Tv tra La7, Rai e Mediaset (“Donne allo specchio”, “Doppio misto”, “Bye bye baby”, “Contatto diretto”, 4 edizioni di “Domenica In”, “Il fatto del giorno”, “Solo per amore”, “Peccati – I sette vizi capitali”, “Seconda Serata Estate”). Nel 2015 ad Agon Channel ha condotto il quotidiano “Mattino chic” e un salotto settimanale (“Quello che le donne non dicono”). Ha lavorato a lungo come autore e conduttore nelle reti Rai per ragazzi. Il suo programma “Storie di ragazzi”, in onda su Rai Gulp, ha ricevuto il prestigioso Premio del Moige come “migliore trasmissione Rai” nella fascia 8-16 anni. Dal 2017, è nella squadra di Michele Guardì, dal 2019 è conduttrice, con Tiberio Timperi di “UnoMattina In Famiglia”, in onda tutti i weekend su Rai 1. Da aprile 2021 conduce tutti i sabati e le domeniche la trasmissione “Parla con lei” su Isoradio. Questo è il suo dodicesimo libro.

                                      Giò Di Giorgio

giovedì 1 aprile 2021

MOTOTEMATICA Annunciate le date della terza edizione: 18-19-20 giugno 2021 La manifestazione rinviata a causa della pandemia si svolgerà in una nuova location: Cinecittà World, ospite dell'Eternal City Custom Show

 Testo alternativo


 

Un'iniziativa in collaborazione con        Testo alternativo

 

Nuova location e nuove date per la prima manifestazione italiana dedicata al mondo della motocicletta! MotoTematica (Motorcycle Film Festival), si svolgerà il 18, 19 e 20 giugno a Roma, all'interno del cinema e dei padiglioni del quinto Eternal City Custom Show, nella spettacolare cornice scenografica di Cinecittà World.

Le proiezioni delle opere a tema in concorso e la successiva cerimonia di premiazione, rinviate lo scorso novembre a causa del secondo lockdown dovuto all'emergenza Covid-19, avranno dunque una nuova location ad ospitarli: in due pomeriggi, il 18 e 19 giugno in orario pomeridiano, saranno mostrati al pubblico, ad ingresso libero, i lavori finalisti della rassegna ed un omaggio a Steve Mc Queen con la proiezione di "On Any Sunday", opera che ottenne la nomination all'Oscar nel 1972 per il miglior film documentario; il 20 giugno mattina avrà invece luogo sul palco del padiglione centrale del grande salone "custom" della capitale la presentazione dei vincitori e la consegna dei premi per ogni categoria. 

 

Questo l'elenco delle opere in programma, selezionate per la terza edizione di Mototematica:

 

Categoria miglior lungometraggio documentaristico

The diaries of the young Don - Diarios de Don Quixote di Walter Schmuck (Germania)

972 BREAKDOWNS - On The Landway to New York di Daniel von Rüdiger (Germania)

Bañeza Grand Prix di Oscar Falagán (Spagna)

Transiberiana. Venezia - Hiroshima di Raffaele Brunetti (Italia)

 

Categoria miglior corto documentaristico

Holland Tunnel di Michael Amter (USA)

SCOTLANDERS di Fulvio Terminellie e Jacopo Grilli (Italia)

Ray Tauscher: America's Forgotten World Champion Motorcycle Racer di Ned Thanhouser (USA)

Best Man Corner di Jaremey McMullin (Gran Bretagna)

Italian Sporting Bikes of the 70's di Roberto Serrini (USA)

Drawing machine Inspired by the Triumph bike di Jun-su LEE (Corea)

Fizzy Boys di Christine Bullock (Gran Bretagna)

 

Categoria miglior cortometraggio

Ö-Movie di Pekka Poramo (Finlandia)

SCOTLANDERS di Fulvio Terminellie e Jacopo Grilli (Italia)

Reappear di Tommy Clarke (Gran Bretagna)

The Unbearable Lightness of Crashing di James J. Butler, Charles Austin Muir (USA)

Neuga Budapest di Mauro Talamonti (Ungheria)

 

Il festival è in collaborazione con il portale Moto.it, sulla cui piattaforma sarà possibile seguire la diretta streaming della cerimonia finale e visionare le opere candidate per una settimana nei giorni successivi alla fine della manifestazione.

 

MotoTematica - Rome Motorcycle Film Festival è una rassegna cinematografica interamente dedicata al mondo della motocicletta. Obiettivo della manifestazione è incoraggiare i filmmaker stimolati dalla passione per le due ruote a promuovere le loro opere ispirate a  sogni, avventure e storie di centauri in forme diversificate. Le opere presentate non hanno limiti come anno di produzione e possono essere film anche non disponibili online purché abbiano come parte integrante e sostanziale del materiale creativo i motori e le motociclette e siano sottotitolate in lingua italiana. Sono ammessi registi di ogni generazione, compresi i minorenni (con genitori garanti e presenti).

 

Sito ufficiale: http://www.mototematica.com

 

Infoline: mototematicafilm@gmail.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

http://www.elisabettacastiglioni.it/


Giò Di Giorgio



martedì 30 marzo 2021

REVERSE un film di Mauro John Capece con Corinna Coroneo, Adrien Liss, Iago Garcia, Klaudia Pepa, Simonetta Ingrosso, Lorenzo Tarocchi e Gabriele Silvestrini

 

dal 21 Aprile 2021 su Sky Prima Fila, Chili, The Film Club, Rakuten, AppleTV, Google Play

 

Dal produttore del docu-film Cecchi Gori, Una Famiglia Italiana e produttore associato di Non essere cattivo, e dal regista di La Danza Nera e SFashion,  Mauro John CapeceReverse è un legal thriller fitto di colpi di scena, dal sapore retrò, disponibile dal 21 aprile su Sky Prima Fila, Chili, The Film Club, AppleTV e Google Play .

In Reverse, vittima e carnefice si sovrappongono in un gioco di morte e colpevolezza, finzione e violenza psicologica, con un crescendo emotivo che si snoda sulle note della colonna sonora firmata dal producer Marco Korben Del Bene.

Nel cast, tra gli altri,  Iago Garcia (Matalobos di Jorge Saavedra,  Il Segreto di Olmo Mesia, Bentornato Presidente di Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi) Corinna Coroneo (La Scultura di Mauro John Capece, Sfashion di Mauro John Capece, La danza nera di Mauro John Capece, La casa del sabba di Marco Cerilli, Nati morti di Alex Visani,), Adrien Liss (Still Chicago di Eric Rhodes e Shenita Etwaroo, La danza nera di Mauro John Capece), Klaudia Pepa (Amici, trasmissione TV di Maria De Filippi, La repubblica delle donne, trasmissione TV di Piero Chiambretti), Simonetta Ingrosso (Figli di MAAM di Paolo Consorti,  Cenere di Simone Petralia).

Prodotto da Giuseppe Lepore, su soggetto e sceneggiatura di Guillaume Pichon.

 Giulia Montelli, 35 anni, è una poliziotta investigatrice di Roma. Il suo capo l’ha mandata in missione da sola presso una clinica psichiatrica del centro Italia per interrogare Matteo Muzzi, un serial killer di 36 anni che è accusato di ripetuti omicidi in Italia, Svizzera e Francia. Il soprannome di quel Muzzi è “il killer del coltello blu” perché firmava ogni suo delitto con un coltello blu piantato nel corpo della vittima. Dopo il suo arresto avvenuto qualche mese prima in Italia, Muzzi fu dichiarato schizofrenico dagli psichiatri e di fatto non perseguibile penalmente perché incapace di intendere e volere. Ma diventerebbe perseguibile se facesse quello che gli americani chiamano Reverse, ovvero una confessione in stato lucido. La missione di Giulia è quindi ottenere quel Reverse, affinché Muzzi sia processato da una corte penale.


Reverse è un film molto importante nella mia carriera di regista” spiega Capece. “Girato in piena pandemia da covid-19, è stato per me un'importante occasione per tornare a girare nonostante i vari interminabili lockdown. Dopo la mia trilogia della riflessione composta da La SculturaSFashion e La Danza NeraReverse è il primo di una nuova personale trilogia, quella dei film della sensazione. Passare dal film d'autore a quelli più cari al pubblico è una novità molto importante per la mia carriera e per farlo non potevo che scegliere un legal Thriller pieno di colpi di scena. Lo sceneggiatore francese Guillame Pichon ha scritto un film che funziona e ho deciso di abbracciare il progetto senza indugio, circondandomi delle solite meravigliose persone con cui realizzo spesso i miei film. Lo stile di Reverse non poteva che essere classico e old fashioned. Certo, come sempre capita nei miei film, ci sono diverse rivisitazioni sperimentali sul genere e sulla tecnica ma in generale l'approccio classico era la soluzione migliore per narrare questa storia che ha, soprattutto nel finale, il sapore del cinema degli anni settanta e ottanta. Come da recente usanza, ho deciso di dedicare anche questo film a un grande regista della storia del cinema: in questo caso all'intramontabile Sidney Lumet.

 

Titolo: REVERSE

Regia: Mauro John Capece

Nazionalità italiana, 100 mins, thriller

Soggetto e Sceneggiatura: Guillaume Pichon

con: Corinna Coroneo, Adrien Liss, Iago Garcia, Klaudia Pepa, Simonetta Ingrosso, Lorenzo Tarocchi, Gabriele Silvestrini

e l’amichevole partecipazione di: Flora Baldi, Carlotta Barolo, Sara Bernardinello, Nata Colesnic, Alessia Conti, Giada Salvi, Angelica Scaglione, Alessia Tresoldi, Guia von Wunster

Fotografia: Mauro John Capece

Musiche Originali: Marco del Bene

Montaggio: Demetra Diamantakos

Fonico di Mix: Gianfranco Tortora

Laboratorio Sviluppo e Stampa: Sud Sound Studios

Prodotto da: Giuseppe Lepore

(una produzione Bielle Re ed Evoque Art House)

 

Reverse è un progetto realizzato da Bielle Re Srl nel rispetto della propria Politica “ambientale e di inclusione delle diversità”. Ogni fase di lavorazione dalla ideazione e sviluppo, alla realizzazione e finalizzazione ha rispettato quanto definito dal proprio sistema di gestione conforme alla norma ISO 14001:2015 predisposto in materia di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.


Ufficio Stampa HF4www.hf4.it
Marta Volterramarta.volterra@hf4.it340.96.900.12
Matteo Glendeningmatteo.glendening@hf4.it 391.13.70.631

                                                                 Giò Di Giorgio