sabato 2 luglio 2022

Capsula del Tempo A cura di Serena Achilli con opere di Tommaso Cascella e Sandro Scarmiglia, dal 16 luglio al 23 ottobre Sacro Bosco di Bomarzo (VT

 

Creazione e mistero negli spazi mistici del SacroBosco: per la prima volta in dialogo nel Parco dei Mostri di Bomarzo la scultura contemporanea e quella unica che dal Cinquecento affascina letterati e visitatori

Località Giardino, 01020 Bomarzo VT

Inaugurazione sabato 16 luglio 2022 ore 17,00




Per la prima volta, l’arte contemporanea incontra l'arte in ogni sua forma nella dimensione mistica e onirica del Sacro Bosco di Bomarzo (VT), grazie alla mostra Capsula del Tempo con le sculture di Tommaso Cascella e Sandro Scarmiglia. Dal 16 luglio al 23 ottobre - nella cornice di uno dei luoghi più suggestivi d'Italia, al fianco di case storte e bocche fuori misura, metamorfosi di corpi e animali - sarà possibile ammirare le creazioni contemporanee di due scultori di chiara fama che, sin dagli anni ’90, hanno fatto della scultura e dell’arte la propria ragione di vita, tra ricerca e contaminazione. Entrambi romani, Tommaso Cascella e Sandro Scarmiglia, con le loro sculture, ripropongono lo spaesamento che ogni avventore può avvertire e subire nel Sacro Bosco di Bomarzo, attraversando così un ponte temporale che si riconnette direttamente a questo luogo.

Capsula del Tempo finisce dunque per creare un nuovo mistero in un confronto e dialogo e, con un cortocircuito temporale, fa proprio il messaggio cifrato lasciato dall’Orsini.

È il 1552 – di fatto - quando Vicino Orsini inventa il suo Sacro Bosco ‘Sol per sfogare il core’ dando inizio alla costruzione di uno dei luoghi più enigmatici del Rinascimento. Nel piccolo feudo di Bomarzo, Orsini crea un giardino surreale, straordinario e disorientante, un labirinto ermeneutico. In epoca contemporanea Salvador Dalì per primo, poi Marcel Duchamp, André Breton, Willem deKooning, Niki de Saint Phalle e molti altri personaggi dell’arte e della cultura visitano e rimangono affascinati dal mondo di Vicino, che dagli anni ’50 del secolo scorso è divenuto di proprietà e poi recuperato dalla famiglia Bettini. Un luogo che fa dell’arte il proprio strumento ma anche l’unico fine.

Cascella e Scarmiglia, per le loro forme arcaiche, usano il ferro e il cemento per datare il nostro tempo tecnologico e precario. In una conversazione a due - anzi a tre considerando Vicino - riprendono il fantastico e l’alchemico del Parco, inglobando tutto in un gioco di forma e luce intenso e fluido, in assoluta relazione e armonia con lo spazio.

È in questa dimensione che entrerà il visitatore di Capsula del Tempo. E qui ci si auspica che possa ritrovarsi immerso, camminando attraverso quest'arte misterica e senza tempo, e in contatto con altre dimensioni. Un dialogo fra misteri, fra arti plastiche, in comunicazione tra loro lungo la linea del tempo e - al tempo stesso - con la stessa dimensione creativa a cui l'arte attinge da sempre, traendone fonte e ispirazione. È proprio in questa sfera di creazione e mistero che si incontrano, un universo parallelo efantastico sospeso nello spazio e nel tempo al quale attinge l'arte e il nostro inconscio.

 

La mostra nasce dall’iniziativa congiunta tra il Sacro Bosco e l’Associazione Culturale ‘Arte e Benessere’ di Bomarzo, ed anticipa un denso programma di eventi per il cinquecentenario della nascita di Vicino Orsini che ricorrerà nel 2023.

 

Sandro Scarmiglia nasce a Roma il 3 dicembre 1964. Si diploma in pittura all'Academia di Belle Arti di Brera nel 1990.  Nello stesso anno ha inizio la sua collaborazione in qualità di ass. costumista e scenografo per programmi televisivi in Rai e in Fininvest. Nel 1996 approda al cinema come assistente con il film Luna e l'altra di M.Nichetti, collabora alla realizzazioni di grandi eventi e convention, in seguito firma scene e costumi  per spettacoli teatrali. Con A.m.r.e.f.  e Dulcimer partecipa al progetto di recupero dei ragazzi di strada a Nairobi, realizza scene e costumi  per il musical Mgona mtaani di Giovanni Lo Cascio che debutta in Italia a Umbria jazz nel 2009. Per SKY firma le scenografie per i docufilm Caravaggio l'anima e il sangue, regia Jesus Garces Lambert, e Raffaello amori e passioni, regia di Massimo Ferrari. Parallelamente al suo percorso professionale di scenografo ha sempre mantenuto vivo il suo interesse profondo per una propria e intima ricerca plastica, approdando in fine alla scultura.

Tommaso Cascella nasce a Roma nel 1951 dalla pittrice Annamaria Cesarini Sforza e dallo scultore Pietro, ha dipinto sin da bambino negli studi di suo padre e di suo zio Andrea. Dopo gli studi alla Facoltà di Architettura che ha frequentato per alcuni anni, nel 1973 apre la stamperia d’arte e casa editrice Etrusculudens insieme alla sua prima moglie Emma Politi. La passione per la stampa lo trova anche oggi con le nuove pubblicazioni del “Cervo Volante collaborando con artisti e poeti. La sua prima mostra personale di pittura è del 1985 ed esordisce con la scultura nel 1991 nella Galleria Mara Coccia di Roma. Ad oggi ha realizzato circa 150 mostre personali e innumerevoli collettive ed è presente in numerosi musei e collezioni private.

Ufficio stampa HF4 www.hf4.it
Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 340.96.900.12
Alessandra Zoia alessandra.zoia@hf4.it 333.76.23.013

Giò Di Giorgio

giovedì 30 giugno 2022

FANTASTICHE VISIONI 2022 XII Edizione Arte e suggestioni nel seicentesco giardino/scrigno di Palazzo Chigi di Ariccia con Emanuela Aureli, Simone Cristicchi, il ricordo di Ennio Morricone con Stefano Reali e il ritorno – a grande richiesta – di Labirinto d’Amore dal 15 luglio al 5 agosto Parco di Palazzo Chigi – Via dell’Uccelliera, Ariccia (RM)

 

Una sfida alla rinascita all’interno di un esempio unico in Italia di dimora barocca rimasta inalterata nei secoli. Così si può definire la XII Edizione di Fantastiche Visioni, rassegna di spettacoli inserita nel nutrito calendario di eventi Ariccia da Amare 2022 – sinergie rinnovabili, che da venerdì 15 luglio a venerdì 5 agosto 2022 occuperà il Parco di Palazzo Chigi di Ariccia con teatro, musica ma anche selve oscure e labirinti incantati. Le Fantastiche Visioni tornano dunque con i loro viaggi immersivi e spettacolari tra i giardini seicenteschi del Palazzo Chigi ad Ariccia (RM) dal 15 luglio al 5 agosto per riportare al centro l’arte.

 

Un’immersione spettacolare nell’Italia, tra letteratura, colori, patrimonio e cultura, per un percorso che inizia con Emanuela Aureli, ospite d’eccezione di questa edizione (con Ce la farò anche st[r]avolta)e proseguetra la musica di Simone Cristicchi (con Paradiso – Dalle Tenebre alla Luce), quella di Katia Rizzo & Retró Band e l’omaggio a Ennio Morricone di Stefano Reali e Flavia Astolfi (con un imperdibile Ennio Morricone Remembered). E ancora Carlotta Proietti in Tacchi Misti eLabirinto d’Amore - Orlando furioso nel Parco Chigi in Ariccia, lo spettacolo che utilizza il principesco giardino per far rivivere le più famose trame del poema di Ludovico Ariosto.

 

«Fantastiche Visioni quest’anno è prima di tutto una sfida alla rinascita, per ridare respiro alla socialità - che è principio e bene universale - ma anche offrire momenti di aggregazione attorno a proposte culturali d’eccellenza, stimolando la riflessione su temi di interesse collettivo, con l’obiettivo di offrire alle persone, quanto più è possibile, occasioni preziose per stare insieme, e per condividere un’esperienza, che sia di riflessione, di divertimento, di piacere interiore: per condividere il sogno di una passione, come direbbe Shakespeare»

Il sipario di Fantastiche Visioni 2022 si alzerà venerdì 15 luglio su di un’ospite d’eccezione: Emanuela Aureli in CE LA FARÒ ANCHE ST[R]AVOLTA, un monologo comico in cui la straordinaria performer, accompagnata dal bravissimo chitarrista Giandomenico Anellino, avrà modo di esprimere tutto il suo talento e la sua stravolgente ironia. Venerdì 22 luglio il palco della rassegna ospiterà un emozionante Simone Cristicchi nel suo ultimo e acclamatissimo spettacolo, PARADISO. Dalle tenebre alla luce, un cammino iniziatico, dove la poesia diventa strumento di trasformazione da materia a puro spirito, e l’incontro con l’immagine di Dio è rivelazione di un messaggio universale, che attraversa il tempo e lo vince.

 

Poi sarà la volta di Katia Rizzo & Retró Band, che salirà sul palco domenica 24 luglio con MA CHE MUSICA …GLI ANNI ’60, uno show musicale, dinamico e coinvolgente che nasce con la voglia di rievocare un periodo del nostro paese prezioso e rimpianto, trasportando il pubblico in un’epoca d’oro per la musica italiana, attraverso più grandi successi, tutti da cantare e ricordare. Venerdì 29 luglio Stefano Reali, regista cinematografico e televisivo di successo internazionale, racconterà, svelandosi straordinario musicista, e attraverso le melodie e le colonne sonore più famose della storia del Cinema, l’uomo e l’amico Ennio Morricone, in ENNIO MORRICONE REMEMBERED, insieme a Flavia Astolfi.

 


Venerdì 5 agosto l’ultimo spettacolo in programma sarà TACCHI MISTI, con una squadra di attrici davvero eccezionali, quali Carla Ferrero, Valentina Martino Ghiglia, Carlotta Proietti e Silvia Siravo. Le quattro interpreti, con un ritmo veloce e serrato, raccontano, ballano e cantano dipingendo una spassosa sequenza di ironici, graffianti, audaci ritratti femminili.

 

Sempre nel Parco, a grande richiesta, la quinta edizione di Labirinto d’Amore - Orlando Furioso nel Parco Chigi in Ariccia, lo spettacolo site specific con Luigi Pisani, Chiara Di Stefano, NicolaSorrenti, Francesca La Scala, Mirella Dino, Laura Rovetti, Elena Crucianelli, e altri bravissimi attori che utilizzano il principesco giardino per far rivivere le più famose trame del poema di Ludovico Ariosto, rivisitate e adattate per creare un caleidoscopico labirinto nel quale il pubblico, condotto in uno spazio a dir poco fantastico, incontra i cavalieri, le gentili donzelle e i maghi protagonisti del capolavoro ariostesco. Uno spettacolo che diverte e appassiona spettatori di tutte le età, adulti e bambini. Da sabato 16 a domenica 31 luglio.

 

Fantastiche Visioni – XII Edizione – con il sostegno economico del Comune di Ariccia, è inserito all’interno diAriccia da Amare – sinergie rinnovabili 2022, progetto finanziato con il contributo di LAZIOcrea.

 

Parco di Palazzo Chigi, Via dell’Uccelliera - Ariccia.

Info e prenotazioni al 328 3338669 – e-mail: preno@arteideaeventieservizi.it

www.arteideaeventieservizi.it

 

Ufficio stampa HF4 www.hf4.it
Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 340.96.900.12
Alessandra Zoia alessandra.zoia@hf4.it 333.76.23.013

Giò Di Giorgio

FESTIVAL ITINERARTE: PRESENTATO A LECCE IL PROGRAMMA DELLA 1° EDIZIONE. TRA I TANTI OSPITI MANILA NAZZARO, AISHA, DIEGO DALLA PALMAE GIANFRANCO PHINO

 

È stato presentato presso la sede di Confindustria Lecce il programma del Festival ItinerArte, alla sua prima edizione, che si svolgerà a Gallipoli dal 22 al 24 luglio, presso il Gallipoli Resort.

Concept dell’iniziativa è “l’arte è bellezza se piena di contenuto”, ed è finalizzato alla declinazione della bellezza attraverso manifestazioni d’arte, cultura, spettacolo, intrattenimento.

La manifestazione ha un importante scopo solidale che si concretizza nella raccolta fondi a favore della Onlus Betania a sostegno della popolazione ucraina, di cui l’associazione ospita più di un centinaio di persone.

La conferenza stampa è stata aperta dal Dott.Giovanni Serafino, presidente della Sezione Turismo di Confindustria Lecce, che ha salutato con entusiasmo l’iniziativa, definita come “un importante momento di promozione e valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze”.

Tra le importanti realtà coinvolte, infatti, si annovera l’opificio erboristico “Sandemetrio”del Dott. Giuseppe Maria Ricchiuto e il Gallipoli Resort del Dott.Emilio Picciolo, che ospiterà le serate del 23 e 24 luglio.

Sostegno al progetto è stato dato anche dalla Camera di Commercio di Lecce e da significative realtà del tessuto economico quali Martinucci, Media Luxury ImmobiliareCasa Viva Arredamenti, oltre ad associazioni legate alla tradizione del territorio come il Presepe Vivente di Tricase.

Importanti presenze arricchiranno i tre giorni del Festival che vede riuniti in un “patto d’amore”, com’è stato definito dal Direttore Organizzativo Giuseppe Branca, i Comuni di Gallipoli, Specchia e Castro.

La prima serata, il 22 luglio, vedrà l’apertura della Mostra d’Arte dei Maestri Giovanni Vetere, Lorena D’Ercole e Giuseppe Afrune, presso le sale della Biblioteca di Gallipoli.Il maestro Agostino Branca è l’ideatore dell’opera che sarà donata il 24 luglio, durante la serata conclusiva dedicata al Premio ItinerArte.

Diego Dalla Palma contribuirà durante i tre giorni con interventi e riflessioni.Madrina della manifestazione sarà Manila Nazzaro.La giovane e talentuosa Aisha, cantante che ha partecipato al talent Amici2022 di Maria De Filippi, e l’attore comicoGianfranco Phino, impreziosiranno le serate del 23 e 24.Nelle stesse due dateMago Marco farà dei giochi di illusionismo. Ci saranno anche le performance del Dj Molino e della violinista Chiara Conte.

Colonna sonora del Festival saranno i Mundial, con le loro contaminazioni musicali che creano atmosfere suggestive e coinvolgenti.

Appuntamento quindi a Gallipoli dal 22 al 24 luglio per la prima edizione del Festival ItinerArte

Ufficio stampa Mirella Dosi

                                                                           Giò Di Giorgio

                                   Contrappunto House Of Books

                                                     Literary Management

                                         www.contrappuntohouseofbooks.com

                                                                               +39 3349528616

mercoledì 29 giugno 2022

PALAZZO MURAT: CENACOLO DELLA CULTURA DI POSITANO NEL MONDO OPENING POSITANO.. MARE, SOLE E CULTURA XXX EDIZIONE

 

“ La cultura è sempre stata un connotato prezioso di Palazzo Murat” ha riferito Giuseppe Vespoli titolare della magnifica struttura di Positano con i cugini Vito Attanasio e Benedetta Russo; “ fin dall’epoca dei nostri avi, l’albergo ha puntualmente evidenziato una particolare sensibilità verso il mondo dell’arte, declinata nelle sue più fascinose espressioni, dalla pittura, alla musica alla letteratura, accogliendo e mettendo in luce i tanti artisti che soggiornavano a Positano e che traevano  ispirazione per le loro opere, dalla bellezza ed il fascino del luogo. Ed è con grande orgoglio, “ ha proseguito Vespoli”, che io ed i miei cugini, Vito Attanasio e Benedetta Russo, continuiamo ad inseguire la tradizione familiare, accogliendo negli ameni spazi del nostro palazzo settecentesco, un tempo monastero dei frati benedettini, vernissage e manifestazioni di grande levatura culturale; pertanto , di buon grado, abbiamo di recente ospitato l’opening della XXX edizione di “Positano.. Mare, Sole e Cultura, organizzata dall’Associazione Culturale “Mare, Sole e Cultura” in partnership con Mondadori ed il Comune di Positano e presieduta da Aldo Grassi, che vanta tra gli autorevoli protagonisti delle passate edizioni, l’eminente figura di Raffaele La Capria, scrittore di fama mondiale scomparso di recente”. 

A tagliare il nastro della prestigiosa kermesse letteraria, svoltasi a bordo piscina di Palazzo Murat, che vanta come deus ex machina, Enzo D’Elia, il welcome del Dottore Giuseppe Guida, Sindaco di Positano, che , dopo avere espresso il particolare interesse dell’intera Amministrazione comunale verso manifestazioni di grande impatto culturale, ha ceduto la parola agli illustri relatori protagonisti della serata: Camillo Ricordi, Direttore del Diabetes Reserarch Instiitute di Miami, fra i massimi esperti  nel trapianto di “isole pancreatiche” e autore del volume “IL CODICE DELLA LONGEVITA’ SANA (Mondadori)   e Rossana Dian, autrice con Monica Artoni del volume CUCINO SANO CON LO SGARRO (MONDADORI)  che hanno dato vita ad interessante riflessione sul tema “Il tempo di rinascere” dopo il lungo periodo di buio della Pandemia. A seguire si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Internazionale di Giornalismo Civile, presieduto  da Artuto Martorelli e conferito dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici  ad Aldo Cazzullo, inviato ed editorialista del “Corriere della Sera”   

  UFFICIO STAMPA : MARIDI’ COMMUNICATION 

Mob: 338/2259860 – 333 /9921506 

maridyvicedomini@gmail.com

www.maridicommunication.com 

                                                                       Giò Di Giorgio


IN ONDA SULLE RETI MEDIASET LA CAMPAGNA SOCIALE DELL’ASSOCIAZIONE FEDE, SPERANZA E CARITÀ

 

Una realtà associativa che ha dimostrato dalla sua fondazione la serietà del suo impegno con la collaborazione costante della sua Madrina Alma Manera

 Per la quarta volta in onda sulle reti Mediaset la campagna sociale dellAssociazione Nazionale Fede, Speranza e Carità. Un messaggio positivo forte ed importante per chiedere un piccolo aiuto a sostegno delle famiglie in difficoltà e non solo. Dall26 giugno èin onda lo spot della campagna sociale, trasmesso, grazie a Media Friends, per sensibilizzare ciascuno di noi ad aiutare chi ne ha bisogno.

 Le donazioni intestate allAssociazione si possono effettuare tramite il numero IBAN: IT05W0857511201000000183797, che ricorre anche nello spot. Dopo trenta anni di "missionesul campo”, la famiglia Crucitti è fondatrice di questa Associazione, nella quale sono coinvolti in primis tutti loro. Mamma e papàdi undici figli Antonello e Angela Crucitti hanno negli anni insegnato loro la forza della fede, della speranza e della carità. Oggi tutta la famiglia, ha come ispirazione di vita proprio i tre valori che danno nome allassociazione.



 Da trentanni siamo al servizio del bene– queste le parole nello spot del presidente Antonello Crucitti - e la Provvidenza– prosegue - non ci ha mai lasciato soli nellaiutare le famiglie meno fortunate. 

Per noi questa è la vita”E con cuore pieno di gioia afferma anche: Grazie per lopportunità che ci è stata donata, grazie alla nostra Alma che ha reso possibile tutto questo.Un forte grazie a Mediaset e a Media Friends e dunque al dottor Massimo Ciampa, alla supervisione di Roberto Cenci, a Cristian,Raphael e a tutti quelli che hanno contribuito alla questo sogno. Ci hanno resi così ancora più convinti che si possa costruire, a piccoli passi, un mondo migliore. Per questo vi invitiamo con il cuore ad aiutarci ad aiutare”.

 

Con Alma Manera, volto noto dello spettacolo, madrina dellAssociazione, si sono infatti riuniti molti professionisti per la realizzazione del luminoso video, che trasmette lautentico sentimento di felicità che fare del bene produce nelle persone. Incisive le parole dello spot: (i testi e l’ideazione sono della stessa Alma)La vita è un talento da spendere con generosità”. Fare del bene è farsi del bene”. A firmarne la direzione artistica e la supervisione  Roberto Cenci; la regia dello spot è di Cristian Di Mattia, le note che accompagnano le immagini sono tratte dallopera-musical Maria di Nazareth del M. Stelvio Cipriani.Il montaggio è stato realizzato da Davide dAscenzio, presso gli studi Video di Tony Santillo e Marco Spielman. La produzione è di Regina produzioni e Com. e Aurelia Film Production.Questa bella campagna sociale si inserisce nel progetto di comunicazione positiva Con il sole sul viso”.www.fedesperanzacarita.com

 https://youtu.be/TQaAqUQscKc

 UFFICIO STAMPA Ennio Salomone

Tel. + 39 346.6142314  – E-mail: salomone.ennio@gmail.com


                                                  Giò Di Giorgio

 

 

giovedì 23 giugno 2022

Modelle curvy nel corto Il dito e la luna di Rossella Bergo

 

Il cortometraggio, girato nel Delta del Po a fine maggio 2022, vede tra i personaggi principali Katia Ricciarelli nel ruolo di madre, Samuele Spada di figlio e la stessa regista nei panni della zia. Ad arricchire la sfera di personaggi che popolano il corto troviamo le particolari operaie di una sartoria che alla fine calcheranno la passerella nei panni di modelle curvy. 
L’idea di inserire nella storia le modelle curvy nasce dalla collaborazione tra la sceneggiatrice e regista Rossella Bergo e la giornalista e modella curvy Barbara Braghin.
Durante la stesura della sceneggiatura de Il dito e la luna l’incontro tra Bergo e Braghin ha fatto emergere una profonda riflessione sugli stereotipi della moda e l’esigenza di raccontare qualcosa di speciale, facendosi così pioniere di questo importante messaggio anche nel racconto cinematografico. “È un sogno che avevo sin da bambina poter sfilare sulle passerelle della moda - afferma Barbara Braghin - ciò che mi ha impedito per anni di realizzare questa ambizione è stato qualche chilo in più non accettato dalla moda tradizionale. Ma ora le cose stanno cambiando. Conosco la regista Rossella Bergo e la chiamo spesso per chiederle consigli di tutti i tipi. Da anni mi dice di inseguire il mio sogno di fare la modella curvy perché, secondo lei, è nel mio essere. Prima della pandemia mi ha parlato di una sceneggiatura che stava scrivendo per un nuovo cortometraggio. Subito le ho detto di inserire le modelle curvy. Lei, lungimirante ha colto al volo l’idea e prima che finissi la frase, davanti a una tisana, mi ha detto quali sarebbero state le scene. Sono passati due anni e il cortometraggio è stato girato. Il fatto di accettare il proprio corpo, di volersi bene, di far capire che anche una curvy può salire in una passerella e valorizzare una taglia in più è molto importante. In fondo, una donna può portare una taglia 42 ma anche una taglia 48 ed essere bella comunque”. 
Le altre modelle curvy del cortometraggio sono Francesca Angelo di Corsico (Milano); Elisa Romagnolo di Rovigo; Marianna Dalan di Rovigo; e Elisabetta Parenti di Rivà di Ariano nel Polesine. “Sono stata molto contenta di partecipare a questo cortometraggio, soprattutto a fianco di Katia Ricciarelli. Per me è stata la prima volta e devo dire che ero molto emozionata – racconta Francesca Angelo -. Quando Rossella (che ringrazio infinitamente), mi ha raccontato della sceneggiatura sono stata molto onorata di farne parte, anche perché si parla del mondo curvy, per me argomento molto sentito. Lei ci ha reso protagoniste ed è bellissimo il finale. Mi auguro che questo film possa toccare i cuori dì molte persone anche perché il tema è molto attuale”. “Esperienza bellissima. Ringrazio Barbara e Rossella per avermi dato questa opportunità per me nuova ma molto emozionante – dice Elisa Romagnolo -. E’ stata una bella giornata intensa e se pur impegnativa molto molto bella. Bellissima la collaborazione con Katia Ricciarelli e Samuele Spada. Ma ancor più bello e stato lavorare con le altre modelle curvy con la quali ho condiviso dei bei momenti”. “Questa esperienza mi è piaciuta moltissimo, è stata piacevole, divertente, emozionante. L'ho vissuta col sorriso godendomi ogni momento di una giornata impossibile da dimenticare – afferma Marianna Dalan - Ringrazio in particolare Barbara per avermi dato questa possibilità e Rossella per avermi scelta”. “Una sera mi ha chiamato la regista Rossella Bergo per chiedermi se volevo far parte del suo cortometraggio come modella curvy. Le risposi immediatamente di sì, senza nemmeno pensarci un secondo – aggiunge Elisabetta Parenti -. È stata una esperienza bellissima, dove mi sono divertita tantissimo e ho conosciuto persone meravigliose…sicuramente, per il tema trattato è stata una iniezione di autostima e felicità”. 

  Press Office Barbara Braghin 340 9530883 

                                                                      Giò Di Giorgio